Home Cronaca Anzio, un dirigente e due funzionari chiedono di rivedere le loro competenze

Anzio, un dirigente e due funzionari chiedono di rivedere le loro competenze

638
0

Aria pesante negli uffici del Comune di Anzio dopo le lettere inviate da un dirigente e due funzionari che chiedono la revoca di alcune competenze aggiuntive che erano state loro assegnate attraverso un decreto. Si tratta del dirigente dell’Area economico-finanziaria e Area tecnica Luigi D’Aprano e dei funzionari Marco Pistelli, che ha la delega all’urbanistica, lavori pubblici ed edilizia privata, e Walter Dell’Accio che invece ha competenza su demanio, patrimonio e ambiente.
Nello specifico, D’Aprano chiede di ricoprire solo l’Area economico-finanziaria, Pistelli solo una delle due aree, o lavori pubblici o urbanistica, mentre Dell’Accio chiede il mantenimento degli incarichi riferiti al demanio e al patrimonio, ma non più il settore ambiente. Tre lettere che, chiaramente, obbligano l’amministrazione comunale a dover rimodulare i vari incarichi di carattere apicale.

La presenza della Commissione di indagine coniugata alla mole delle competenze, deve aver spinto dirigente e funzionari a muovere questo passo. Richieste che hanno spiazzato l’amministrazione comunale: proprio in queste ore si sta infatti cercando di ricucire in qualche modo la situazione e convincere dirigente e funzionari a rivedere la loro posizione.