Home Cronaca Nettuno, celebrato al cimitero americano il “Memorial Day”

Nettuno, celebrato al cimitero americano il “Memorial Day”

213
0

Presso il Cimitero monumentale americano di Nettuno è stata celebrato celebrato oggi pomeriggio il Memorial Day, la giornata che ricorda i soldati americani caduti in tutte le guerre. E’ un luogo simbolo il cimitero monumentale di Nettuno dove sono sepolti i resti di quasi 8000 soldati statunitensi caduti durante la campagna Italia nella Seconda guerra mondiale. Una cerimonia sobria, commovente. A portare il saluto del governo degli Stati Uniti è stato l’ambasciatore presso la Santa sede Joseph Donnelly. Un intervento nel quale ha voluto ricordare il sacrificio degli uomini e delle donne americane per difendere la libertà durante la campagna d’Italia del 1943. Quindi l’intervento di Calvin Foster Vice comandante della VI Flotta degli Stati Uniti, che, analogamente, ha ricordato il sacrificio di tanti ragazzi. Quindi per il Governo italiano ha portato il saluto il sottosegretario alla difesa Matteo Perego di Camnago. “Sono emozionato – ha detto – ma siano qui perché dobbiamo riconoscenza e gratitudine al sacrificio di questi ragazzi. Ragazzi che hanno sacrificato la loro vita in un paese lontano dal loro combattendo per la libertà contro il nazifascismo. Ragazzi che hanno combattuto senza risparmiarsi, lasciando nel proprio paese i propri affetti. L’Italia di ieri è l’Ucraina di oggi – ha aggiunto il sottosegretario – la stessa angoscia, lo stesso dolore. Oggi più che mai camminiamo insieme agli Stati Uniti, un cammino per difendere i valori della libertà è un cammino per sempre“. A chiusura della manifestazione il coro del liceo classico Chris Cappell College ha intonato due brani. Sul sagrato sono stati disposti gli stendardi dei comuni di Nettuno, Anzio, Cassino e Cisterna di Latina. Quindi il momento della deposizione di cinque corone di fiori sul sacrario, tra le quali quella del popolo degli Stati Uniti. Presenti alla manifestazione il prefetto Antonio Reppucci che guida il Comune Nettuno, il prefetto Antonella Scolamiero che guida Anzio e il dottor Bruno Strati che è stato commissario straordinario a Nettuno fino allo scorso novembre. Gli inni nazionali sono stati suonati dalla banda dei carabinieri e dalla banda della VI Flotta.