Home Cronaca Anzio, interdittiva antimafia: chiuso un autosalone

Anzio, interdittiva antimafia: chiuso un autosalone

216
0

Chiusa una quarta attività commerciale i cui soci sono ritenuti riconducibili a soggetti coinvolti nell’operazione “Tritone” che ha portato allo scioglimento dei consigli comunali di AnzioNettuno per infiltrazioni della criminalità organizzata, in particolare della ‘ndrangheta. Dopo il bar di Nettuno, il panificio e una pizzeria di Anzio, i carabinieri della locale compagnia e la polizia locale hanno notificato un provvedimento inibitorio per un autosalone di Anzio all’esercizio di attività commerciale. La decisione è stata adottata dalla Commissione Straordinaria nei confronti di un autosalone già chiuso da tempo. La S.C.I.A (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) dell’attività è stata dichiarata giuridicamente inefficace e revocata, sulla base della riconducibilità dei soci ad elementi di spicco della criminalità organizzata operante nei territori di Anzio e Nettuno. L’interdittiva antimafia adottata dalla Prefettura di Roma scaturisce dalle risultanze investigative dell’indagine “Tritone” avviata nel 2018 dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma con il coordinamento della Dea, che portò all’arresto sul territorio di 62 soggetti a vario titolo riconducibili alla locale di ‘ndrangheta.