Home Cronaca Maltrattamenti in famiglia: i carabinieri arrestano un 41enne

Maltrattamenti in famiglia: i carabinieri arrestano un 41enne

111
0

I Carabinieri della Tenenza di Ardea e della Compagnia di Anzio hanno arrestato in flagranza un uomo di 41 anni, gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, violenza sessuale e lesioni personali.
È accaduto la scorsa sera, quando alcuni residenti hanno sentito le urla di aiuto di una donna, provenienti da un appartamento di Ardea, in località Marina Tor San Lorenzo e hanno chiamato il 112. Una pattuglia dei Carabinieri della Tenenza di Ardea, si è recata sul posto e ha notato un uomo affacciato al balcone che, alla vista dei militari, rientrava in casa precipitosamente e spegneva tutte le luci. Gli agenti, insospettiti, si sono diretti alla porta d’ingresso, dove nessuno apriva, costringendo così i militari a introdursi nell’abitazione attraverso una finestra. Nell’abitazione hanno trovato una donna di 47 anni, sdraiata sul letto con un vistoso ematoma all’occhio destro, vari lividi, graffi sulle braccia e con difficoltà respiratorie. Per tale ragione, l’uomo trovato è stato bloccato e condotto in caserma per accertamenti, mentre la donna è stata trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Riuniti” di Anzio/Nettuno, per le cure del caso, dove ha ottenuto 15 giorni di prognosi.
La vittima, ha poi formalizzato la denuncia in caserma nei confronti dell’ex, raccontando anche di pregressi analoghi episodi, mai denunciati sin dal mese di settembre 2022, periodo in cui la stessa terminava la relazione con l’uomo. Quest’ultimo, con problemi di alcolismo e tossicodipendenza nonché con precedenti specifici per reati contro la persona, continuava a importunarla e a pretendere da lei somme di denaro da spendere per le proprie esigenze. L’ultimo episodio è proprio quello accaduto in occasione dell’intervento dei Carabinieri della Tenenza di Ardea, quando l’uomo si è introdotto arbitrariamente nell’abitazione della donna, dove le asportava circa 500 euro e usciva di casa, rientrando dopo qualche ora in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcol e all’assunzione di sostanze stupefacenti.
Adesso si trova nel carcere di Velletri in attesa del rito direttissimo.