Home Cronaca Tavolo in Regione su Coronavirus: restano aperte le scuole di Anzio, Nettuno,...

Tavolo in Regione su Coronavirus: restano aperte le scuole di Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia

264
0

Le scuole restano regolarmente aperte poiché al momento, ad eccezione del nucleo familiare del poliziotto di Torvaianica risultato positivo al nuovo Coronavirus, non c’è alcun caso sul territorio. E’ quanto deciso questa mattina durante il tavolo istituzionale in Regione con i comuni di Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia. 

Al vertice, convocato dopo la richiesta firmata ieri dai presidi delle scuole delle quattro città, hanno partecipato l’assessore regionale al Lavoro, Formazione e Scuola,  Claudio Di Berardino, il funzionario regionale delegato dall’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato, il Direttore Generale dell’ASL Rm 6 Narciso Mostarda, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, Michela Corsi, i Sindaci del litorale sud della Capitale e i Dirigenti scolastici del territorio. Nei vari interventi, è emersa la necessità di un coordinamento delle azioni e del monitoraggio costante dell’evoluzione della problematica. Particolarmente apprezzato è stato l’intervento tecnico di Mostarda che, rasserenando tutti i presenti, ha illustrato lo studio epidemiologico dell’ASL e la gestione dei primi casi positivi a Pomezia.

Emergenza gelo

All’incontro, in rappresentanza del sindaco De Angelis, anche l’assessore alla Pubblica Istruzione di Anzio, Laura Nolfi: “Ad Anzio abbiamo predisposto la sanificazione straordinaria di tutti i mezzi del trasporto scolastico e del servizio di trasporto pubblico locale. Inoltre, a breve, in tutte le scuole del territorio, saranno operativi i distributori di igienizzante liquido per la prevenzione del Covid-19. Ad oggi, pur comprendendo le legittime preoccupazioni dei dirigenti scolastici, le scuole resteranno aperte; sia la Regione che i Comuni, insieme all’ASL, si atterranno scrupolosamente alle determinazioni del Governo. Come Amministrazione siamo in continuo contatto con tutti gli Enti preposti per il monitoraggio della problematica. Mi sento di rasserenare le famiglie e le istituzioni scolastiche, garantiamo la piena vicinanza ed il massimo impegno per la tutela della salute dei nostri alunni, dei nostri studenti e dell’intera popolazione scolastica. A differenza dei giorni scorsi alla Città Metropolitana, quello di questa mattina in Regione, è stato un tavolo operativo utile e proficuo, necessario per coordinare azioni comuni finalizzate ad affrontare, con efficienza ed efficacia, eventuali criticità che auspico non emergano”.