Home In evidenza Anzio, l’assessore Attoni: “Per bloccare gli impianti bisogna modificare il Piano Regolatore”

Anzio, l’assessore Attoni: “Per bloccare gli impianti bisogna modificare il Piano Regolatore”

1685
0

L’assessore Attoni: “Va bene la modifica del Regolamento Igiene e Sanità, ma per bloccare gli impianti industriali è necessario rifare il Piano Regolatore”

Alla vigilia del consiglio comunale che avrà all’ordine del giorno la modifica del regolamento di Igiene e Sanità, è intervenuto sulla dibattuta questione l’assessore all’Urbanistica Sebastiano Attoni. E lo fa avanzando una proposta diversa, sempre che l’intenzione del consiglio fosse veramente quella di bloccare la costruzione della biogas e di eventuali futuri impianti di stoccaggio rifiuti.
Come assessore all’Urbanistica avere dei terreni industriali e voler impedire che vi vengano costruiti sopra determinati impianti mi sembra una contraddizione – ha affermato l’assessore Attoni – Il mio appello alle forze politiche a questo punto diventa un altro, e cioè quello di apportare modifiche al Piano Regolatore, che aspetta di essere rivisto dal 2004. In altre parole, visto che la costruzione di questi impianti nella zona Sacida è già stata discussa in consiglio svariate volte, con l’intenzione di bloccarla, il mio appello è quello di pensare ad una ridefinizione del Piano Regolatore. La modifica al regolamento Igiene e Sanità va bene, ma è solo un palliativo. Se davvero si vuole scongiurare la costruzione di eventuali impianti industriali, di ogni tipo, allora è necessario rivedere l’edificabilità dell’intera zona. Altrimenti fin quando non c’è un Piano che dice il contrario, chiunque potrà avanzare la pretesa di impiantare industrie su quei terreni”. Appunto.

Nell’attesa che la proposta dell’assessore Attoni di modificare il Piano Regolatore venga in qualche modo ufficializzata, intanto, cittadini e comitati aspettano il consiglio del prossimo venerdì. Qui, infatti, sarà discussa ed esaminata la modifica al Regolamento di Igiene e Sanità richiesto dai consiglieri di opposizione Danilo Fontana, Candido De Angelis, Pino Ranucci, Eugenio Ruggero e Cristoforo Tontini. Il provvedimento, come già spiegato (Leggi qui) è finalizzato a bloccare definitivamente l’insediamento sul territorio “di qualsiasi azienda insalubre che possa creare nocumento alla salute dei cittadini di Anzio“.