Il progetto, creato dalla Questura di Roma e Coordinato dall’ Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, è stato presentato questa mattina agli alunni delle classi quarte dell’istituto comprensivo

Sono più di tremila i bambini del territorio che fino ad oggi hanno preso parte al progetto “Scuole Sicure“, creato dalla Questura di Roma e coordinato dall’U.P.G.S.P, Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico . Questa mattina gli assistenti capo Ciro Nutello e Serena Bonelli, coordinatori provinciali del progetto, hanno incontrato gli alunni delle classi IV dell’Istituto Comprensivo Nettuno IV ed hanno parlato con loro di legalità. “Scuole Sicure” è stato portato in tutte le scuole di Anzio, Nettuno ed Ardea grazie alla supervisione e alla gestione dell’Assistente Capo del Commissariato di Anzio, Leandro Mancini. L’obiettivo del progetto, creato dalla Questura, è quello di sensibilizzare gli studenti dai 9 anni ai 18 alla cultura della legalità, informarli su quelli che sono i pericoli della società moderna, così da evitarli e avvicinarli alla Polizia di Stato per spronarli a rivolgersi agli operatori in caso di necessità.