Home Cronaca Elezioni BCC, Aldo Anellucci: “Vicinanza al territorio”

Elezioni BCC, Aldo Anellucci: “Vicinanza al territorio”

33
0

Dopo l’intervento del dottor Luciano Eufemi candidato alla presidenza della BCC di Nettuno, pubblichiamo l’intervento dell’altro candidato, il dottor Aldo Anellucci.

Ho maturato una esperienza ultraventennale nel movimento del Credito Cooperativo, sia con incarichi negli organi di controllo, sia
come amministratore. Questa esperienza, messa al servizio della Banca, consentirà, all’istituto di Nettuno, di essere protagonista negli sviluppi che il Credito Cooperativo si accinge ad intraprendere, consentendo nel contempo di riacquisire la centralità che merita, uscendo da quell’isolamento in cui
si è trovata. La compagine che si propone per la guida della Banca nell’immediato futuro, è composta da soggetti molto radicati sul territorio, con professionalità utili a poter guidare con successo la Banca nel percorso che al attende. La priorità, sarà quella di garantire come è avvenuto fino ad oggi, la
vicinanza al territorio di insediamento, che rappresenterà li punto di riferimento per lo sviluppo di tutte le iniziative che saranno intraprese. Quindi mantenimento e sviluppo delle attuali filiali, iniziative in favore dei Soci, delle Associazioni e delle Istituzioni che rappresentano Nettuno. Particolare attenzione dovrà essere posta alle iniziative in favore dei giovani che rappresentano la forza centrale
per consentire lo sviluppo, sano, dei territori e delle comunità di riferimento. Verso l’esterno la Banca dovrà essere in grado, più che nel passato, di sfruttare a pieno le sinergie che l’appartenenza al Gruppo Bancario Iccrea offre. La vera sfida sarà, far crescere la consapevolezza, che l’appartenenza ad un grande gruppo bancario rappresenta un’occasione ed una opportunità che va sfruttata a pieno per la crescita della Banca, migliorando la qualità dei servizi offerti e la competitività, dal punto di
vista dei costi degli stessi. Tutto questo con l’obiettivo di rafforzare la presenza della Banca al servizio dello sviluppo dei territori dove la Bcc di Nettuno opera. La professionalità del personale, che fino ad
oggi ha consentito di raggiungere risultati che hanno garantito una solidità patrimoniale importate, sarà centrale per le sfide che attendono la Banca e che consentiranno senza dubbio di farla ulteriormente crescere e rafforzare. Tutto questo passa per l’Assemblea del 25 aprile, giorno in cui i Soci saranno chiamati a scegliere quale futuro dare alla Banca di Nettuno.

Aldo Anellucci