Home Lifestyle Noleggio a lungo termine: quali opportunità con il leasing sociale?

Noleggio a lungo termine: quali opportunità con il leasing sociale?

47
0

Nel panorama delle auto a locazione, comincia farsi strada il leasing sociale, una proposta di noleggio a lungo termine “green” destinata alle famiglie a basso reddito.

L’iniziativa, che in Francia ha registrato un successo senza precedenti, spingendo a uno stop anticipato della misura, nei prossimi mesi sarà introdotta anche in Italia, sebbene per il momento si tratterà solo di un lancio in via sperimentale.

Per quanto riguarda nello specifico i dettagli del leasing sociale, tutto è ancora in fase di definizione, ma dalle premesse è già possibile individuare le diverse opportunità che possono scaturire da questa formula così vantaggiosa.

Leasing sociale: cos’è, cosa prevede e quali sono le opportunità dal punto di vista economico

Il leasing sociale è un’iniziativa che darà la possibilità alle persone fisiche con un reddito al disotto di una certa soglia, di ottenere l’accesso agevolato a un veicolo a base emissioni. Questa particolare formula di noleggio, contestuale alla rottamazione di un’auto di classe Euro 3 o inferiore, sarà caratterizzata dall’assenza di esborso iniziale, nonché dal versamento mensile, per una durata di almeno 3 anni, di un canone calmierato, che sarà quindi in parte coperto da risorse statali.

Il leasing sociale, così come è stato fino a oggi presentato, è a tutti gli effetti simile al noleggio auto a lungo termine ad anticipo zero che ha già conquistato migliaia di italiani, ai quali oggi basta consultare portali come Facile.it, per noleggiare a lungo termine un’auto senza versare l’anticipo e disporre di un veicolo nuovo, anche green, a costi molto vantaggiosi.

La sola differenza è che, nel leasing sociale, a definire aspetti come l’importo della rata, i veicoli ammessi e i requisiti per accedere all’iniziativa sarà il Mimit, in un decreto che dovrà essere emanato entro 120 giorni dal Dpcm.

Allo stato attuale, per il calcolo del canone del leasing sociale, che potrebbe oscillare, per le vetture più economiche, tra i 75 e i 125 euro, si ritiene che si ricorrerà a un particolare algoritmo, che terrà conto dell’indicatore ISEE del richiedente, della tipologia di veicolo a basse emissioni prescelto e della categoria dell’auto da rottamare.

La definizione di tutti i dettagli del leasing sociale, che rientra nel Piano degli incentivi previsti il settore automotive, sarà perfezionata nelle prossime settimane durante una serie di incontri già calendarizzati tra i vari gruppi di lavoro, il primo dei quali si è tenuto lo scorso 1 febbraio presso la sede del Mimit.

Leasing sociale: tutti i vantaggi della formula che replica il noleggio a lungo termine con anticipo zero

Il leasing sociale si inserisce in un piano ben articolato, finalizzato a velocizzare il passaggio alla mobilità elettrica e a svecchiare il parco auto attualmente circolante in Italia, che, con un veicolo su tre di categoria pari o addirittura inferiore a Euro 3, è oggi uno dei più inquinanti in Europa.

L’iniziativa permetterà inoltre a migliaia di famiglie italiane, che non hanno la possibilità di acquistare una macchina nuova, di sostituire un vecchio veicolo inquinante con il noleggio di una nuova auto a basse emissioni, facilitando il ricorso ad autovetture più efficienti anche in termini di consumi.

Il piano punterà poi a sostenere il ricorso ai veicoli prodotti nel nostro paese, incentivando l’automotive italiano, ma probabilmente senza escludere del tutto i veicoli fabbricati oltreconfine. Trattandosi di un’iniziativa del tutto analoga al noleggio a lungo termine senza anticipo, con il leasing sociale sarà inoltre possibile beneficiare di tutti i vantaggi intrinsechi a questa particolare formula di mobilità, a cominciare dall’accesso a un veicolo nuovo ed equipaggiato con tutti quei sistemi atti a garantire una guida più sicura.

In aggiunta, con il noleggio a lungo termine senza anticipo è possibile avere una più chiara visione dei costi previsti, dal momento che il canone mensile è comprensivo di copertura RCA, manutenzione ordinaria e straordinaria e assistenza stradale continuativa. Infine, al termine del contratto, il beneficiario ha sempre la facoltà di decidere liberamente se cedere la vettura o riscattarla, e in quest’ultimo caso diventarne proprietario a tutti gli effetti.