Home In evidenza Kai Esposito futura promessa del surf: porta in alto il nome di...

Kai Esposito futura promessa del surf: porta in alto il nome di Anzio negli Stati Uniti

39
0

Sveglia alle cinque e mezza, caffè sul tavolo e tavole nel furgone. È questa la routine che coinvolge quotidianamente il campione anziate di surf Stefano Esposito e suo figlio Kai, una futura promessa di questo sport. In California, infatti, a portare in alto il nome del surf non è soltanto Stefano, ma anche “Stefano junior”, che nell’ultimo anno ha vinto diverse gare, come i campionati studenteschi del 2023 – ai quali sta partecipando anche all’edizione di quest’anno – e il circuito Wsa (Western surfing association) dove compete nella categoria junior ma anche in quella open, alla quale si è fatto notare a soli 14 anni. “Kai è cresciuto in una casa dove c’erano 50 tavole – ha ricordato Stefano Esposito – la sua fortuna è stata che è cresciuto con un padre giovanissimo, dato che l’ho avuto a 24 anni e all’epoca ero affamato di surf. Ricordo che all’età di tre anni già indossava la muta e provavo a metterlo sulla tavola. Più gli anni passavano e più vedevo dei progressi in lui, fino ad arrivare a oggi”. Quindi il ragazzo ha avuto la fortuna di crescere con un super papà e davanti all’oceano, visto che ha avuto l’occasione di abitare di fronte e imparare a surfare sulle onde di Lower Trestles: uno degli spot più belli di San Clemente e competitivi del mondo.
Il piccolo Kai, tuttavia, si è fatto le ossa con lo short, prima di passare al longboard per un motivo semplicissimo: si divertiva di più e la cultura del long, adesso, fa costantemente parte della sua vita. “Vedevo che amava il surf, ma non si divertiva – ha continuato – così un giorno l’ho portato in uno spot più tranquillo a San Onofre, con il long e ho potuto notare che era portato”. Ora Kai viene sponsorizzato dalla “Hobie surf longboard” e sogna di vivere di surf un giorno. “Cerco sempre di far mantenere Kai con i piedi per terra – ha dichiarato l’atleta – ma da padre gli auguro vivamente di realizzare ogni suo sogno e che continui a portare in alto il nostro cognome e il nome di Anzio”.

Oltre a stare accanto a suo figlio, Stefano in queste ultime settimane è impegnato a seguire anche il giovanissimo Campione d’Italia di surf del 2023 Edoardo Papa, che ha raggiunto l’atleta anziate per allenarsi sulle onde californiane in vista della tappa in Porto Rico del campionato mondiale. “Seguo Edoardo da quando era piccolo, saranno circa sei anni che lo aiuto ad allenarsi e lo vedo migliorare – ha concluso Stefano – auguro a loro, che sono giovani, di portare in alto l’Italia, soprattutto ora che il surf sta diventando uno sport olimpico“.