Home Arcadia Tra il thriller e il dramma familiare: in libreria “La mia Ingeborg”...

Tra il thriller e il dramma familiare: in libreria “La mia Ingeborg” di Tore Renberg

69
0

Se desideraste leggere un Alessandro Baricco in versione norvegese, “La mia Ingeborg” di Tore Renberg pubblicata dalla Fazi Editore allora è la lettura giusta per voi.

Il protagonista è Tollak, un uomo pieno di contraddizioni: testardo e sensibile, rude e orgoglioso. Un uomo a dir poco impossibile, secondo gli abitanti del paese. Ormai vecchio e solo, barricato nella sua fattoria in Norvegia, non fa che imprecare contro il mondo che da tempo, per lui, ha smesso di avere senso. L’unica persona che lo teneva ancorato alla vita era la sua amatissima moglie Ingeborg, scomparsa da qualche anno. I suoi due figli, ora adulti, hanno abbandonato la valle, teatro di un’infanzia severa e difficile, dovuta anche dall’arrivo di “Oddoloscemo”: un bambino disabile che è stato abbandonato dalla madre. Adesso i suoi figli vivono nella città e nella capitale, l’unico a essere rimasto vicino a lui è proprio Oddo, che con i suoi silenzi e con le sue urla sembrerebbe essere la sola persona a riuscire a capire la rabbia del protagonista. La vita di Tollak, soprattutto negli ultimi anni, è stata avvolta nel silenzio: troppo difficile dare voce alla rabbia che gli brucia dentro. Così l’uomo insiste affinché sua figlia e suo figlio tornino a casa ancora una volta, forse l’ultima prima che il cancro lo porti sotto terra. Perché Tollak ha bisogno di condividere i suoi segreti: le verità che ha tenuto per sé sono molte e sono una più sconvolgente dell’altra.

La storia, e il modo in cui viene raccontata, ricorda molto le vicende dei protagonisti di “Oceano mare” di Alessandro Baricco, complice anche uno stile narrativo scorrevole e da un ritmo sferzante, che aiuta il lettore a entrare nella visuale di Tollak. Il libro è suddiviso in quattro parti, i cui capitoli sono corti e caratterizzati da periodi brevi. Un’altra particolarità che, non solo ricorda l’autore italiano, ma suggerisce anche a chi legge il carattere del protagonista: un vecchio uomo a cui non piace parlare e che preferisce mimetizzarsi tra le foreste della Norvegia.

Renberg, uno degli autori norvegesi più popolari, versatili e acclamati dalla critica, ha avuto il coraggio di portare nero su bianco le sofferenze di un anziano che non riesce e non vuole, salvo per motivazioni personali, stare al passo con i cambiamenti del mondo, rimanendo fedele a una cultura patriarcale e violenta. Un problema che, ancora oggi, si riscontra nella società odierna.

E non è un caso se, nel 2020, “La mia Ingeborg” è stato uno dei successi letterari più acclamato in Norvegia.

Il romanzo è già disponibile in tutte le librerie.