Home Sport Roland Garros in arrivo, sarà duello Alcaraz-Djokovic?

Roland Garros in arrivo, sarà duello Alcaraz-Djokovic?

100
0

Mentre a Roma sono in corso gli Internazionali d’Italia, il mondo del tennis è già particolarmente concentrato per l’attesissimo Roland Garros, uno dei tornei del Grande Slam, pronto a decollare da lunedì 22 maggio. Ci saranno tutti i migliori ovviamente, come è lecito attendersi dal tradizionale appuntamento parigino la cui prima edizione si svolse nel 1891 e da allora tenutosi con cadenza annuale.

Una curiosità: fino al 1924 era riservato ai soli tennisti francesi oppure soci di un club di tennis francese, mentre, a partire dal 1925 l’evento è stato aperto ai tennisti di tutto il mondo ed ha fatto boom conquistando sempre maggiori consensi. E’ l’unico torneo del Grande Slam che si disputa sulla terra rossa ed è il secondo in ordine di tempo della stagione tennistica.

In questa edizione 2023, la 122^ della storia, si parte con due favoriti. Le quote sul tennis considerano infatti in pole position Carlos Alcaraz, a 2.25, seguito a ruota da Novak Djokovic a 3.20. Ma c’è spazio, e ci mancherebbe altro, anche per Rafa Nadal (5.00), campione in carica dopo la finale senza dell’anno scorso contro Ruud e autentico Re della capitale francese: dal 2005 al 2022 il fuoriclasse spagnolo ha lasciato agli avversari appena 4 edizioni del torneo trionfando nelle altre 14!

L’unico dubbio sul campione maiorchino è la condizione fisica successivamente all’intervento alla caviglia. La voglia è ovviamente di esserci, ma l’incertezza sarà chiarita solo a ridosso dell’inizio della competizione.

Senza Nadal la gara perderebbe uno dei protagonisti più attesi e lascerebbe campo libero ad Alcaraz e Djokovic, che a quel punto avrebbero molte più chance di agguantare il trofeo.

Attenzione però ad eventuali sorprese, che poi non lo sarebbero più di tanto. In lizza potrebbero subentrare anche elementi di elevata caratura come Stefanos Tsitsipas (10.00), Holger Rune (11.00) e il nostro Jannik Sinner (12.00), ma è giusto tenere in considerazione anche Casper Ruud, finalista del 2022: è dato a 18.00, ma l’exploit dell’anno scorso non può essere considerato isolato e le sue performance sulla terra rossa assolutamente da valutare.