CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Sabato scorso in occasione dei festeggiamenti Antoniani si è svolto il pranzo di solidarietà organizzato dalle Caritas SS. Pio e Antonio Anzio e S. Francesco di Lavinio di Anzio in favore di famiglie bisognose del territorio. Un’iniziativa a cui hanno aderito i Frati francescani di Anzio che hanno messo a disposizione la sala Fides. Grazie alla collaborazione tra Caritas, Rotary club Anzio e Comitato Festeggiamenti Anzio, il pranzo è stato davvero un bel momento di fraternità e di condivisione sulla spinta degli insegnanti di S. Antonio di Padova, patrono della città di Anzio. Ma senza alcune fondamentali e fattive collaborazioni con ristoranti e supermercati anziati, il pranzo ha avuto un successo oltre le aspettative. Gli organizzatori vogliono sentitamente ringraziare il supermercato G. Buccolini, la macelleria Castaldi di Anzio Colonia,  i ristoranti “Boccuccia”, “Romolo al porto”, “Porto Innocenziano”, “La Piazzetta” “Blu Bay Ristorante”, oltre a fratelli Del Gatto e Ferrara Fiori. Il parroco della chiesa madre di Anzio padre Paolo Cirina si è detto soddisfatto perché si è concretamente dimostrata la carità Antoniana nel mese a lui dedicato. “Tali iniziative – ha concluso padre Paolo -, dovranno per forza essere ripetute, ringraziando la Caritas e tutti gli altri organizzatori per il bene compiuto anche in questa occasione”. Soddisfazione arriva anche dagli organizzatori e responsabili della Caritas delle due parrochie coinvolte. “E’ stato davvero un bel momento di fraternità francescana di accoglienza e convivialità – hanno detto -. La collaborazione tra i volontari ha fatto il resto e si è vissuto un momento di vera Chiesa. Grazie a chi ha avuto l’idea di questa agape della Caritas che l’ha sposata e di tutti i volontari che si sono prodigati per far riuscire al meglio l’iniziativa“.