Home Cronaca Nettuno, non ancora firmato il permesso per il secondo supermercato a Santa...

Nettuno, non ancora firmato il permesso per il secondo supermercato a Santa Barbara

675
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Mentre procedono i lavori per la realizzazione di un supermercato da 2500 metri quadrati a Santa Barbara, è ancora ferma negli uffici dell’Area tecnica del Comune di Nettuno la richiesta di permesso a costruire del secondo discount che dovrebbe essere realizzato sullo stesso terreno donato dalla famiglia Bazzichelli alla fine degli anni ’40 insieme al vecchio edificio che ha ospitato il liceo classico; sullo stesso terreno c’è infatti un’altra richiesta di permesso a costruire per un altro discount da 2500 metri quadrati. Da quello che trapela, proprio in base alle polemiche relative al primo supermercato autorizzato e allo stravolgimento urbanistico della zona con problemi che inevitabilmente si ripercuoteranno su via Santa Barbara, ci sarebbe un momento di riflessione da parte dell’amministrazione comunale.

L’area interessata ai progetti, per volontà dei benefattori allatto della donazione all’Ordine dei Frati francescani doveva essere destinata a luogo di culto e di istruzione. Oggi invece è oggetto di speculazione. Negli anni c’è stato un vorticoso passaggio di proprietà dall’Ordine dei Frati francescani alla Fondazione Salvati, che dopo aver venduto il vecchio liceo a 2,5 milioni di euro ad una società immobiliare del Gruppo Unicredit, aveva tenuto per sé il terreno fino a quando non lo ha ceduto ad una società immobiliare di Latina. Quest’ultima il 21 dicembre scorso ha ottenuto dal Comune il rilascio del permesso a costruire per un supermercato da 2500 metri quadrati, appena sotto la soglia che altrimenti avrebbe obbligato la proprietà a chiedere il parere della Regione Lazio.