Home Cronaca Nettuno, “Ciao Bra!”: l’ultimo saluto a Manuel Fagnani

Nettuno, “Ciao Bra!”: l’ultimo saluto a Manuel Fagnani

1
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Questa mattina presso il Santuario di Nostra Signora delle Grazie a Nettuno è stato dato l’ultimo saluto a Manuel Fagnani, il ventottenne tatuatore drammaticamente morto il 2 gennaio scorso sulle piste da sci di San Martino di Castrozza mentre praticava snowboard. La risposta dei tanti amici del “Bradipo”, come era soprannominato, è stata straordinaria. In tanti hanno voluto stringersi nel ricordo del loro amico ai genitori, al fratello e alla fidanzata.

La bara è entrata in chiesa portata in spalla dagli amici. Durante la funzione religiosa il celebrante ha spiegato l’importanza della preghiera: “che deve essere forte – ha detto – perché deve sostenere i genitori, il fratello e la fidanzata, ma anche tutti voi che avete vissuto con Manuel la quotidianità“. Il sacerdote ha quindi evidenziato l’importanza della parola di Dio per affrontare questo momento. “Non è facile stare da questa parte – ha detto -, ma ci conforta sapere che Manuel è nella mani del Signore”. E poi si è rivolto ai genitori del ragazzo: “vi ha dato la gioia di avere Manuel – ha aggiunto – una gioia che oggi restituite al Signore affinché la custodisca. La morte spezza la presenza fisica, ma continueremo a vivere nella compagnia di Manuel. Ci consola che il luogo in cui si trova oggi non è un luogo di dolore, ma di gioia“.

Alla fine della celebrazione la bara è uscita dal santuario e si è fermata sul piazzale per tutta la durata della canzone “Meteoriti” di Mr. Rain che gli amici hanno dedicato a Manuel. Quindi sono stati accesi altri fumogeni e liberati decine di palloncini.

“Cia Bra!”, è stato l’ultimo saluto.