CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Documento congiunto dei consiglieri comunali del movimento 5 Stelle di Anzio Rita Pollastrini e Alessio Guain e dal consigliere di Alternativa per Anzio Luca Brignone contro il voto del sindaco Candido De Angelis a favore dell’aumento delle tariffe di Acqualatina.
Il sindaco Candido De Angelis – si legge nella nota congiunta – ha votato in conferenza dei sindaci di #Acqualatina SpA, l’aumento tariffario per le utenze. La conferenza dei sindaci, anziché essere organo di controllo nell’interesse dei cittadini si è trasformata in un semplice esecutore di decisioni aziendali mirate al lucro, di cui non sappiamo niente. De Angelis non parla coi suoi cittadini -continua la nota del 5 Stelle e di ApA -, non spiega il motivo di questi ennesimi aumenti, e soprattutto non ci informa sui suoi eventuali interventi sulla società rispetto le condizioni fatiscenti della rete idrica, con le note perdite di acqua potabile del 70% che paghiamo tutti in bolletta, non ci dice se ha presentato emendamenti ai due punti dell’odg visto che anche sul secondo voto si è approvato un ulteriore onere per i cittadini sui costi di manutenzione straordinaria della rete. Ci troviamo ancora una volta vessati da aumenti tariffari in un momento particolarmente difficile per le famiglie, senza che il primo cittadino tuteli i nostri interessi. Non ci resta – conclude la nota dei partiti di minoranza – che ringraziare per l’ennesima scure su quello che è un bene primario che dovrebbe essere pubblico così come stabilito da un referendum ormai troppi anni fa”.