Home Cronaca Nettuno, Dell’Uomo rettifica le informazioni di Mancini sui rifiuti dei malati di...

Nettuno, Dell’Uomo rettifica le informazioni di Mancini sui rifiuti dei malati di Covid-19

259
0
Claudio Dell'Uomo

L’assessore all’Ambiente del comune di Nettuno Claudio
Dell’Uomo interviene per precisare la procedura della
raccolta dei rifiuti solidi urbani presso le abitazioni dei malati
di Covid-19 e di coloro che sono in isolamento domiciliare.
La necessità di fare una precisazione è scaturita da un post
del consigliere comunale di opposizione Daniele Mancini
che sulla propria pagina Facebook fornisce sull’argomento
alcune indicazioni non corrette, tra le quali, secondo
Dell’Uomo, la generica indicazione “raccogli i rifiuti
secondo i giorni stabiliti per l’indifferenziata”.

Diversi cittadini – scrive Dell’Uomo in una nota – mi hanno
segnalato un post del consigliere comunale di opposizione
Daniele Mancini che, senza alcuna competenza né specifica
conoscenza, offre ai cittadini informazioni errate sul
conferimento dei rifiuti in caso di positività al Coronavirus. 
Il consigliere Mancini pubblica quelli che definisce
“informazioni sintetiche basilari” e che in realtà sono
informazioni sbagliate.  Per quello che riguarda il Comune
di Nettuno i cittadini positivi al Covid hanno un apposito
protocollo ritiro dei rifiuti. Tutti i cittadini positivi sono
segnalati tramite Asl all’Ufficio Ambiente del Comune. I
cittadini vengono tutti contattati direttamente al telefono,
istruiti sulle modalità di conferimento che elimina la
differenziazione dei rifiuti ma, in NESSUN caso, i cittadini
devono gettare i loro rifiuti nell’indifferenziata”.

Il circuito di raccolta – continua l’assessore all’Ambiente –
è personalizzato e i rifiuti vengono ritirati direttamente a
casa, con un diverso percorso di smaltimento che avviene su
appositi mezzi lo stesso giorno del ritiro per ridurre a zero la
possibilità di contagio e trasmissione del virus. Fino a questa
settimana era previsto il ritiro a domicilio due volte la
settimana, da questa in poi diventeranno quattro perché i
contagiati sono in aumento. L’Amministrazione non ha
ritenuto di dover comunicare alla città intera le modalità di
ritiro riservate esclusivamente ai cittadini positivi, proprio
perché questi vengono contattati tutti singolarmente ed
esclusivamente in caso di necessità”.