Home Cronaca “Il canto nelle mani”, la storia di Mauro Iandolo al Tg3

“Il canto nelle mani”, la storia di Mauro Iandolo al Tg3

328
0

La città di Nettuno continua a essere fiera dei suoi talenti nascosti. Ma, questa volta, lo avevamo già visto sul grande palco del Festival di Sanremo durante l’edizione di quest’anno. Stiamo parlando di Mauro Iandolo, performer di Lis, il quale grazie alla sua attività in cui lo ha visto sempre impegnato a insegnare la lingua italiana dei segni a grandi e piccini, ha ispirato la giornalista Patrizia Senatore del telegiornale che va in onda su Rai3 a creare un articolo intitolato “Il canto nelle mani“. Il servizio, montato da Anna Brindisi e con la ricerca immagini di Alessio Furia, è nato dopo la sua esibizione all’Ariston insieme al gruppo musicale “Le Vibrazioni” e proprio grazie a questa intervista la reporter ha vinto il “Premio Benedetta D’Intino”, dedicato quest’anno al tema “Quando non si può parlare. Esperienze con la disabilità comunicativa“.