Home In evidenza Anzio, riparte l’attività politico-amministrativa, si ragiona sul reintegro di Laura Nolfi

Anzio, riparte l’attività politico-amministrativa, si ragiona sul reintegro di Laura Nolfi

222
0

Dopo la pausa estiva e in mezzo alle legittime preoccupazioni per il Coronavirus che non sembra voler abbandonare i lidi neroniani, ad Anzio riparte l’attività amministrativa anziate. E con essa anche quella politica, che si era data uno stop poco prima di ferragosto. In particolare è ancora Fratelli d’Italia, secondo partito all’interno della maggioranza anziate, a sollecitare la risposta del sindaco, Candido De Angelis, al documento firmato dal commissario straordinario locale di FdI. Nel quale il partito della Meloni, che ha dovuto incassare senza digerire la revoca dell’assessorato alla Pubblica Istruzione, chiede appunto di rivedere la composizione della Giunta.
Come è noto, infatti, la maggior parte degli incarichi sono assegnati alla Lega: oltre al sindaco, anche il vicesindaco Danilo Fontana, l’assessore Eugenio Ruggiero ed il presidente del Consiglio Giusy Piccolo sono espressione del partito di Matteo Salvini. Tra l’altro la necessità di riequilibrare le presenze all’interno dell’esecutivo locale, era uno dei punti fondamentali alla base del documento sottoscritto da otto consiglieri di maggioranza che avevano disertato la seduta di consiglio comunale, provocando le ire proprio del Primo cittadino. Ne era seguita una vivace disputa all’interno della maggioranza che ha portato alcuni consiglieri a rivedere la loro posizione e il sindaco a revocare dal suo incarico, Laura Nolfi. Rimasta nel cuore di genitori, insegnanti e Dirigenti scolastici, l’ex assessora anziate è tornata al suo lavoro nella Polizia locale di Ardea ma con ancora tanta voglia di fare politica e seguire le scuole del territorio. A loro e agli studenti del territorio è dedicato uno i suoi ultimi contributi sul suo profilo facebook: “La scuola italiana, dopo il lungo stop, con la frequenza in classe, deve rappresentare il simbolo della ripresa. La didattica a distanza è stata un’eccezione e non può diventare la regola di un sistema Paese inerte, incapace di dare risposte alle famiglie, già alle prese con le drammatiche conseguenze occupazionali, sociali ed economiche del dopo covid. La Cultura è un patrimonio della nostra Nazione, come diceva Victor Hugo “colui che apre la porta di una scuola, chiude una prigione”.
Tornando a Fratelli d’Italia, del quale la Nolfi è espressione, è attesa per i prossimi giorni e comunque entro la prima settimana di settembre, la decisione del sindaco De Angelis sulle richieste di reintegrare la Nolfi e pareggiare, così, gli equilibri all’interno della Giunta municipale. Nonostante per il momento la maggioranza sembri compatta, non sembra infatti escluso che in assenza di un accordo con il Sindaco ed il resto della maggioranza, il partito possa decidere di passare all’opposizione.