Home Cronaca Incursione su uno yacht, la Capo d’Anzio chiarisce

Incursione su uno yacht, la Capo d’Anzio chiarisce

270
0
CONDIVIDI

in relazione all’articolo pubblicato nei giorni scorsi sull’incursione di un gruppo di giovani a bordo di uno yacht prmehgiato al porto di Anzio, la Capo d’Anzio chiarisce l’episodio

Il Comandante dell’imbarcazione ormeggiata presso il Marina di Capo d’Anzio non ha presentato alcuna segnalazione di danni a bordo, anzi ha formulato i più vivi ringraziamenti tramite il Pilota del Porto, Simone Mazza, per l’ottima accoglienza e la bella permanenza nella Città di Anzio“. A parlare è l”amministratore delegato del Marina di Capo d’Anzio, Antonio Bufalari, che interviene sulla notizia pubblicata su alcune testate di informazione locale relativa a presunti danni ad una imbarcazione da parte di una banda di giovani. “In passato ci sono stati riferiti episodi di schiamazzi e disturbo del riposo dei diportisti ormeggiati con le proprie imbarcazioni presso le banchine portuali – spiega l’avvocato Bufalari -, ma con riguardo alla notizia pubblicata sui media locali su danni avvenuti lo scorso week end, nessuna segnalazione è giunta presso i nostri uffici. Vorrei precisare che lo yacht in questione aveva prenotato per una sola notte e non è stato dunque costretto a partire prima come erroneamente pubblicato. Anzi, come anzidetto, il Comandante ci ha fatto pervenire i suoi personali ringraziamenti per l’accoglienza ed il servizio ricevuti ed ha confermato agli ormeggiatori la volontà di tornare presto nel porto neroniano. Grazie alla collaborazione e disponibilità delle Forze dell’Ordine, del Comune di Anzio e degli Uffici della Polizia Locale, possiamo affermare che non ci sono, in generale, problemi legati alla sicurezza dei nostri ospiti e delle loro imbarcazioni. ln queste settimane il porto è pieno di vita e la Città di Anzio si conferma un’eccellenza nel Lazio per l’accoglienza dei diportisti. Detto ciò un richiamo alla responsabilità di tutti, per far sì che i propri comportamenti e la propria voglia di “far festa” durante le serate estive non comportino un disagio per gli altri. Dobbiamo tutti lavorare insieme ed in sinergia, affinché si possa affermare e confermare che Anzio resta una meta turistica ambita e accogliente per i turisti, anche diportisti”.

Prendiamo atto delle precisazioni dell’amministratore delegato Bufalari. Resta il grave episodio di sabato sera come confermato da testimoni oculari. Ci auguriamo che fatti del genere non si ripetano. (ii)