Tenta di rapinare un negozio di abbigliamento ad Anzio armato di un punteruolo, ma le urla della proprietaria richiamano i carabinieri che intervengono e arrestano l’uomo. In manette è finito un cittadino marocchino di 40 anni già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio. Mentre percorreva via Ardeatina di Anzio in servizio di controllo del territorio, una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia carabinieri di Anzio è stata allertata da una commerciante che aveva appena subito un tentativo di rapina nel suo negozio, da parte di un uomo.
Entrato nel negozio con il volto coperto, il rapinatore aveva minacciato la titolare, in quel momento sola: dopo averla bloccata, le aveva puntato un punteruolo alla gola per convincerla a consegnargli l’incasso.
La donna, coraggiosamente, aveva allontanato il rapinatore con uno spintone facendolo rovinare su dei manichini ed ha iniziato ad urlare mettendolo in fuga.
I Carabinieri in transito, sono stati richiamati dalle grida della donna ed hanno inseguito il rapinatore. Dopo pochi metri i militari hanno bloccato l’uomo che è stato trasferito al carcere di Velletri in attesa della convalida del fermo. Il cittadino marocchino è accusato di tentata rapina.
La commerciante è stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Anzio, dove è stata medica per aver riportato numerose escoriazioni. E’ stata quindi dimessa con una prognosi di dieci giorni.