Home In evidenza Anzio, insieme alla Fase 2 riparte anche la polemica politica: la maggioranza...

Anzio, insieme alla Fase 2 riparte anche la polemica politica: la maggioranza perde pezzi

185
0

Insieme alla Fase 2 e dopo due mesi di lockdown, ad Anzio è ripartita anche la querelle politica. Stamattina il Consiglio comunale si è svolto, a porte chiuse e in totale sicurezza, per un soffio: assenti in otto. Tutti della maggioranza, più due Assessori. A garantire il numero legale in aula è stata quindi l’opposizione “per senso di responsabilità“.

Alla base dei contrasti e della decisione di non partecipare ai lavori ci sarebbero varie questioni, tra cui la vicenda biogas (il Comune di Anzio sta scaricando i rifiuti alla centrale di via della Spadellata), la struttura comunale, il rimpasto di deleghe, la composizione delle commissioni e persino motivi di visibilità. Questioni rimaste appese dai mesi scorsi e che ora, in piena emergenza Covid, sono finite nel calderone; tanto che questa mattina due Assessori – Laura Nolfi e Valentina Salsedo – non si sono presentati e i loro gruppi di riferimento (Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lista De Angelis) hanno deciso di disertare la seduta. Non hanno preso parte al consesso per Fratelli d’Italia Roberto Camilli, Matteo Silani e Lucia Pascucci (presente solo Davide Gatti), per la Lega Cinzia Galasso, per la Lista De Angelis Walter Di Carlo, per Forza Italia Massimiliano Millaci. Tra gli assenti anche Roberta Cafà e Roberto Palomba dell’Udc che continuano a rivendicare un posto in Giunta per il loro partito o la presidenza del Consiglio comunale.

Una vera e propria grana per il sindaco Candido De Angelis al quale spetterà ora il compito di tentare di ricucire i rapporti e ripristinare gli equilibri. Altrimenti sarà crisi.