Home Cronaca ‘Noi restiamo a casa’. I messaggi del ristorante Turcotto, La Fornace e...

‘Noi restiamo a casa’. I messaggi del ristorante Turcotto, La Fornace e del Casale La Coccinella ai clienti

434
0

La situazione è in continua evoluzione e le raccomandazioni di Governo, Regioni e Comuni sono chiarissime: limitare gli spostamenti e per quanto possibile restare a casa. Per senso di responsabilità e rispetto per sé e gli altri, il ristorante Turcotto di Anzio e il Casale La Coccinella di Nettuno hanno deciso di testare chiusi. “Visto il delicato periodo che stiamo vivendo, nel rispetto del lavoro delle istituzioni e del personale medico e paramedico impegnato in prima linea contro l’emergenza Coronavirus e per tutelare le nostre famiglie – si legge in una nota del Turcotto -,  i nostri collaboratori e tutti i nostri cari ed affezionati clienti, abbiamo deciso di restare a casa nei prossimi giorni. Vi terremo comunque aggiornati. Siamo convinti che il buonsenso di tutti salverà il nostro amato paese”.

Stessa iniziativa anche per il Casale La Coccinella che ferma la sua attività. “Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del Covid19 – informa il titolare Leonardo Salesisono sospese tutte le feste e cerimonie. Il Casale la Coccinella rientra tra le categorie di attività aggregative e vuole dare il suo contributo nella lotta contro lo sviluppo del Coronavirus. Le feste che sono state sospese verranno posticipate. Siamo sicuri che tra non molto, grazie all’impegno e alla sensibilizzazione di tutti, torneremo a divertirci e a sorridere come prima“.

In mattinata anche la pizzeria La Fornace di Anzio aveva comunicato ai propri clienti la chiusura del locale fino  data da destinarsi. “Per evitare nel nostro piccolo assembramenti, feste e limitare il più possibile i contatti per l’emergenza COVID-19, da domani abbiamo deciso di rimanere chiusi fino a data da destinarsi! Dobbiamo farlo per la nostra salute e per quella degli altri! Tra poco questo incubo sarà alle spalle e allora più Belli, sani e ottimisti di prima ripartiremo. Adesso però fermiamoci tutti e prendiamola come un modo per vivere la nostra famiglia“. Numerosi i ristoranti, le agenzie immobiliari, gli studi legali, i saloni di bellezza ed i bar che hanno deciso di chiudere battenti per qualche giorno.