Home Eventi Nettuno, celebrata al Palatucci la giornata della memoria contro gli orrori del...

Nettuno, celebrata al Palatucci la giornata della memoria contro gli orrori del nazi-fascismo

217
0

Nettuno ha ricordato la Giornata della Memoria al parco Palatucci dove il sindaco Alessandro Coppola ha deposto una corona di fiori sulla targa che ricorda Giovanni Palatucci, l’ufficiale di polizia che salvò tanti e cittadini ebrei dalla furia nazi-fascisti e che morì nel campo di concentramento di Dachau nella febbraio 1945. Presenti alla cerimonia anche il sindaco di Anzio Candido De Angelis, Jospeh Arbib Rabbino della Comunità Ebraica di Roma e tutte le autorità militari del territorio. Presenti anche gli studenti della scuola San Francesco di Nettuno, il coro “Andante con brio” della scuola media Ennio Visca dell’I.C. Nettuno III e gli studenti dell’istituto Santa Lucia Filippini.
Questi ultimi hanno a loro volta posto sempre ai piedi della targa commemorativa, un ramo di ulivo simbolo di pace a simbolo della straordinaria lezioni di generosità e altruismo di Giovanni Palatucci, una candela accesa a testimonianza di tutti coloro che hanno vissuto quei drammatici momenti e una pietra, dura ed eterna per tramandare di Padre in Figlio il ripudio di ogni forma di intolleranza in favore del rispetto delle diverse identità culturali e religiose dei popoli.
L’umanità non ha ancora imparato la lezione – ha detto il Rabbino Jospeh Arbib – ancora oggi assistiamo a violenze immani. Per fortuna ci sono state tante figure come Giovanni Palatucci. Senza di loro, i giusti tra le Nazioni, non possiamo immaginare cosa di ancora peggio sarebbe successo. Sono riusciti a fermare una mente feroce, e una strage di uomini, donne e bambini senza colpa, e noi celebriamo oggi questa data e diciamo alle nuove generazioni di mandare avanti il testimone e il ricordo di Giovanni Palatucci. Non bisogna smettere di portare avanti le proprie idee giuste – ha aggiunto il rabbino – e di comportarsi in maniera giusta proprio come ha fatto Giovanni Palatucci”.
Due studenti dell’Istituto Santa Lucia Filippini, infine, hanno letto due poesie simbolo della Shoah. Karol ha letto le parole di Primo Levi tratte da “Se questo è un uomo”, mentre Karola ha recitato “La farfalla” di Pavel Friedman.
Gli eventi per la Giornata della Memoria proseguiranno domani. L’appuntamento è alle 9,30 in Sala Consiliare con gli studenti. I ragazzi dell’Istituto Apicio Colonna Gatti illustreranno il progetto MNEMOSINE – Treno della memoria anno 2019 a cui seguirà la proiezione di un video sul viaggio ad Auschwitz dello scorso anno. Gli studenti della scuola secondaria Andrea Sacchi, invece, leggeranno testi e poesie inerenti la Shoah e il giorno della Memoria. Chiuderà la giornata l’esibizione musicale dell’orchestra e del coro “Ludovica e Leonardo Tulli” della scuola secondaria Sangallo dell’Istituto Comprensivo Nettuno IV.