Home Cronaca Anzio, gelo in aula: in sciopero gli studenti del Liceo scientifico e...

Anzio, gelo in aula: in sciopero gli studenti del Liceo scientifico e linguistico ‘Innocenzo XII’

273
0
Innocenzo XII

E’ stata una mattinata di sciopero per gli studenti del Liceo Scientifico e Linguistico Innocenzo XII di Anzio, a causa del guasto sull’impianto di riscaldamento. Nonostante il sole, infatti, negli istituti scolastici del territorio le temperature sono piuttosto basse. E i ragazzi sono stanchi di dover convivere con assenza di calore in classe. tanto da aver deciso, questa mattina, di protestare davanti alla sede dell’Innocenzo XII contro il mancato intervento di Città Metropolitana che è l’ente competente sulle scuole di grado superiore.

Innocenzo XIICome ogni anno le scuole non sono preparate a fronteggiare il sopraggiungere del freddo invernale – spiegano gli studenti del Liceo –. Questa grave situazione non può protrarsi ulteriormente. I numerosi tagli ai fondi destinati agli istituti pubblici non fanno che aggravare una situazione di per sé critica e delicata. Città Metropolitana ha un puro menefreghismo nei confronti degli studenti che non è più tollerabile. Abbiamo deciso di farci ascoltare perché è inammissibile passare metà delle nostre giornate al gelo. Città Metropolitana deve tutelare sia gli studenti che tutto il personale scolastico e non sperperare energia e fondi per progetti futili; deve dedicarsi ad una nostra formazione accademica in condizioni sicure per la nostra salute“.

Vecchi e nuovi problemi nelle scuole

Nell’istituto scolastico, aggiungono i rappresentanti degli studenti, ci sono classi e palestre inagibili, termosifoni spenti, infiltrazioni d’acqua, volatili che si annidano nei bagni della scuola. “L’amministrazione della nostra scuola, i docenti e la dirigenza (che ringraziamo) oltre che segnalare purtroppo non possono far nulla. Siamo stanchi di queste situazioni e continueremo a disertare le lezioni fino a quando non ci ritroveremo nelle giuste condizioni umane e idonee agli studenti e al personale scolastico. Invitiamo i Comuni di Anzio e Nettuno ad aiutare i loro giovani cittadini a sollecitare la Provincia”.