SHARE

Esagerato Anzio. Alla ripresa del campionato vince in lungo e in largo il big match contro il Cus Unime Messina per 20 a 11 e consolida la posizione in vetta alla classifica. Una partita che non ha avuto storia sin dalle prime battute e con Goreta autentico mattatore, autore di ben nove gol. Il croato dopo questa pioggia di reti sale in testa alla classifica dei bomber con 21 centri. Dunque i ragazzi del tecnico Mirarchi brindano al 2020 con una schiacciante vittoria. Nei primi due tempi la formazione biancazzurra ha avuto un passo impressionante chiudendo i primi due parziali 7-2 e 7-3. Nel terzo periodo c’è un calo, anche fisiologico, perdendo il parziale per 1-2. Poi nell’ultimo tempo la formazione anziate torna in cattedra (5-4). Infine una piacevole curiosità. Nel finale tra i sette erano in vasca i quattro giovani di Anzio: Castaldi, Lucci, Droghini e Costantini.

ANZIO – CUS UNIME MESSIMA 20-11 (7-2, 7-3, 1-2, 5-4)

Anzio: Conti, Perez, Di Rocco 2, Goreta 9, Costantini, Droghini 1, Siani, Presciutti 2, Lapenna 3, Agostini 2, Lucci 1, Colombo, Castaldi. Allenatore Mirarchi

Cus Unime Messina: Spampinato, D’Angelo, Eskert 2, Runza, Giacoppo, Geloso, Cusmano 5, Vittorioso 3, Andrè, Paratore 1, Di Caro, Lagonigro, Mariani. Allenatore Naccari
Arbitri: Ercoli di Fermo e Spiteri di Malta
Superiorità numeriche: Anzio Waterpolis 4/13 + 4 rigori, Cus Unime Messina 6/15
Note: usciti per limite di falli Geloso (C) nel secondo tempo