Home Cronaca Assistenza domiciliare, le organizzazioni sindacali: “Ampie rassicurazioni, le ore e le somme...

Assistenza domiciliare, le organizzazioni sindacali: “Ampie rassicurazioni, le ore e le somme sono invariate”

7
0
SHARE
Ampie rassicurazioni

Si recheranno comunque in Prefettura domani (22 novembre) ma hanno preso atto delle ampie rassicurazioni ricevute dai comuni di Anzio e Nettuno riguardo alla volontà del Distretto socio-sanitario H6 di procedere con una nuova gara per l’assistenza domiciliare. Nessun taglio, come dichiarato sia dall’assessore ai Servizi sociali di Anzio Velia Fontana sia da quello di Nettuno, Maddalena Noce. L’impegno è stato ufficializzato al termine dello stato di agitazione promosso dalle organizzazioni sindacali Cgil F.P. Roma Sud Castelli, Fisascat Cisl Roma Capitale Rieti e Uil Fpl Roma e Lazio.

I lavoratori dell’Assistenza Domiciliare del Distretto Anzio-Nettuno si sono riuniti in una Assemblea–Presidio sotto la residenza municipale di Anzio per manifestare la loro contrarietà e preoccupazione per la paventata riduzione delle ore di lavoro e dei servizi resi agli utenti nella prossima gara di appalto per l’affidamento del servizio – spiegano i coordinatori dei sindacati Adriana Bozzi, Giovanna Catizzone e Gianmatteo Piersanti -. Gli operatori, insieme ai rappresentanti di FP CGIL, FISASCAT CIL e UILFPL, sono stati ricevuti dall’assessore ai Servizi Socialin e dal sindaco di Anzio. I rappresentanti dell’Amministrazione comunale hanno inteso rassicurare i lavoratori, anticipando la ferma volontà politica da parte del Distretto socio-sanitario di procedere alla nuova gara senza alcuna diminuzione delle ore di assistenza domiciliare date alle famiglie bisognose del territorio, mantenendo quindi inalterate le somme a disposizione per il servizio. In tale senso sono state date ampie rassicurazioni sul fatto che il Comune Capofila e il Distretto forniranno alle organizzazioni sindacali idonea documentazione a dimostrazione di tale impegno“.

Le organizzazioni sindacali hanno preso atto della manifestazione di disponibilità e si riservano di procedere ad una valutazione complessiva dopo aver condiviso con i responsabili del Distretto Socio-sanitario di Anzio e Nettuno, nell’incontro in Prefettura previsto per venerdi 22 novembre, la suddetta documentazione“.