I medici hanno applicato quaranta punti di sutura al volto ad una bambina di diciotto mesi che l’altro pomeriggio è stata aggredita e azzannata dal pitbull di famiglia. E’ accaduto nel giardino di un villino nella zona di Lido dei Pini, ad Anzio, che una coppia toscana aveva affittato per trascorrere alcuni giorni di vacanza. Il dramma si è consumato all’improvviso quando, senza apparente motivo, il molosso ha aggredito la piccola mordendola ripetutamente al volto. In soccorso sono interventi i genitori che sono riusciti a distrarre e allontanare dalla loro figlia il pitbull. Quindi l’hanno portata al pronto soccorso dell’ospedale “Riuniti” di Anzio dove i sanitari le hanno praticato le prime medicazioni, decidendo di trasferirla all’ospedale romano Bambino Gesù dove le hanno applicato i punti di sutura.

La Polizia e il Servizio veterinario ella Asl hanno accertato che il cane aveva il microchip ed era regolarmente vaccinato. I genitori della piccola hanno riferito agli investigatori che mai il pitbull si era mostrato aggressivo nei confronti della loro figlia