Home Cronaca Anzio, grave pericolo per la pubblica incolumità. Chiuso il Paradiso sul mare

Anzio, grave pericolo per la pubblica incolumità. Chiuso il Paradiso sul mare

73
0
SHARE
Paradiso sul Mare

E’ stata firmata questa mattina dal sindaco Candido De Angelis l’ordinanza contingibile ed urgente per la chiusura del Paradiso sul mare, a tutela della pubblica incolumità e della popolazione scolastica.

Il provvedimento si è reso necessario a seguito del sopralluogo tecnico nell’immobile e del verbale stilato dalla Polizia locale, rispetto ai quali si evince “la sussistenza dello stato di pericolo per la pubblica incolumità, dovuto al generale stato di conservazione dell’immobile e a problematiche che investono circoscritte porzioni dell’edificio, anche riguardanti elementi strutturali“.

Considerata la sussistenza di “pericolo grave ed imminente di crollo di porzioni dell’edificio
fatiscente e pericolante, compromettente anche l’utilizzo della scala ad uso pubblico adiacente all’immobile“, il primo cittadino ha dunque emesso l’ordinanza di chiusura dello storico edificio in stile liberty, che da anni versa in stato di profondo degrado.

Lo storico palazzo, grazie all’impegno del Comitato cittadino ‘Rinasce il Paradiso sul mare’, era stato inserito tra «I luoghi del cuore» dei Fai, ed è stato set cinematografico per Federico Fellini (Amarcord), Alberto Sordi e Monica Vitti (Polvere di stelle). Un gioiello di tre piani con un passato glorioso, lasciato abbandonato a se stesso e all’incuria.

Il Paradiso da anni è parzialmente adibito a sede dell’Istituto Alberghiero di Anzio ed è in gestione alla Città Metropolitana, che ha competenza sugli Istituti scolastici superiori qual è l’Alberghiero. All’ente dovrebbe quindi spettare l’onere di mantenerlo in sicurezza. A seguito dell’ordinanza sindacale, sono stati transennati ed inibiti tutti gli accessi dell’intero edificio.