Home In evidenza Anzio si tinge di blu per la Giornata mondiale sull’Autismo

Anzio si tinge di blu per la Giornata mondiale sull’Autismo

206
0
Anzio si tinge di blu

Saranno tre i monumenti di Anzio ad illuminarsi di blu per la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo che come ogni anno si celebra il 2 aprile. Luci blu al monumento di Angelita, alla fontana di Piazza Pia e al Monumento al Pescatore; drappo blu, invece, al Museo civico archeologico.

Sono numerose le adesioni all’iniziativa in tutto il mondo, con un denominatore comune: l’illuminazione dei monumenti in blu, il colore dell’autismo, grazie alla campagna Light it up blue.

La manifestazione, promossa dal consigliere comunale Stefania Amaducci ed  organizzata dall’Associazione Divento Grande Onlus si articolerà secondo il seguente programma:

– martedì 2 aprile dalle ore 20.00 circa illuminazione blu dei monumenti;

– domenica 7 aprile dalle ore 10.00 ritrovo per passeggiata solidale per le vie del centro di Anzio con partenza/arrivo in Piazza Pia. Dalle ore 11.30 laboratori di integrazione rivolti ai giovani, intervallati da performance teatrali e musicali. Ore 12.30 chiusura evento “Anzio si tinge di Blu”, con “Holi Party – coloriamoci di blu”.

Promotrice della delibera di adesione alla Giornata mondiale della consapevolezza dell’Autismo l’assessore alle Politiche sociali Velia Fontana: “Dal 2 al 7 aprile i luoghi simbolo della città in occasione della Giornata Mondiale sull’Autismo, saranno illuminati di blu. Ringrazio la dirigente Angela Santaniello ed il nostro ufficio pubblica illuminazione per la sensibilità dimostrata, in una giornata così delicata per tante famiglie”.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di aumentare la consapevolezza sulla malattia, promuovendo la ricerca e il miglioramento dei servizi finalizzati all’acquisizione di autonomia ed abilità relazionali. In Italia l’autismo colpisce tra le 300 e le 500mila persone, l’uno per cento dei nati. L’ultimo rapporto Istat sull’integrazione degli alunni con disabilità nelle scuole elementari e medie stima gli alunni con disabilità pari al 3,1% del totale (86.985 alle elementari e 66.863 alle medie). Di questi il 41,9% nella scuola primaria e il 49,8% nella secondaria di I grado hanno una disabilità intellettiva mentre seguono con il 26% e il 21,4% i disturbi dello sviluppo e del linguaggio.