Home In evidenza Anzio, obiettivi non raggiunti. Il M5S abbandona la commissione speciale rifiuti

Anzio, obiettivi non raggiunti. Il M5S abbandona la commissione speciale rifiuti

28
0
SHARE
impianti rifiuti
Non è stato raggiunto l’obiettivo: gli impianti rifiuti sono pronti ad aprire. E questa la motivazione con la quale i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Anzio (Mariataresa Russo, Rita Pollastrini e Alessio Guian) si sono dimessi dalla commissione speciale impianti e rifiuti.
A darne comunicazione sono proprio i consiglieri di opposizione: “La decisione è stata presa valutando l’utilità della commissione, venuta ormai meno rispetto all’obiettivo che si prefiggeva – spiegano – Le commissioni speciali, come da regolamento, devono avere un obiettivo e una durata prefissati. Dopo essere passata da una Amministrazione alla seguente, a distanza di tanti mesi non è stato raggiunto l’obiettivo di bloccare gli impianti di trattamento rifiuti“.
La biogas di via della Spadellata è infatti in fase avanzata di costruzione e manca davvero pochissimo alla sua prima accensione. Mentre l’iter per il sito di stoccaggio proposta da Ecotrasport si è concluso con un parere favorevole, nonostante il no del Comune di Anzio.
Le osservazioni e la relazione fornite dal tecnico Libralato sono state utilizzate solo in minima parte, considerando anche l’assenza di volontà politica nel voler bloccare ogni tipo di impianto presente e futuro. Riteniamo quindi conclusa l’esperienza della Commissione. Che tra l’altro cambia stranamente anche il nome e viene convocata per lunedì come Commissione ‘rifiuti’ anziché ‘impianti’. Come già detto ad inizio consiliatura, riteniamo che la commissione Ambiente sia l’organo deputato per trattare l’argomento rifiuti anche con l’audizione e la partecipazione dei comitati cittadini“.