SHARE

Per mettere un freno al dilagare delle micro discariche abusive sul territorio, il comune di Anzio ha deciso di correre ai ripari con due iniziative: una riguarda l’installazione di telecamere di controllo, l’altra prevede l’istituzione di un Nucleo ambientale. Le spiega l’assessore alle Politiche ambientali Danilo Fontana. “La prima iniziativa – spiega l’assessore – sarà operativa dal prossimo 15 febbraio e prevede l’installazione di una serie di telecamere nelle zone, soprattutto in periferia, dove maggiormente vengono abbandonati i rifiuti; le telecamere di controllo, che hanno purtroppo un costo non contenuto, saranno mimetizzate e monitorate 24 ore su 24 dalla centrale del comando della Polizia locale. Siamo sicuri che il loro uso ci consentirà di beccare chi scarica abusivamente i rifiuti”.

“L’altra novità che al momento abbiamo allo studio – continua l’assessore Fontana – riguarda l’istituzione di un Nucleo ambientale della Polizia locale che sarà operativo presso la sede comunale di via Goldoni a Lavinio stazione.  Una zona baricentrica del territorio che consentirà al nostro personale di tenere sotto controllo le zone periferiche di Anzio dove il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti è più frequente. Per questo tipo di controllo coinvolgeremo la Protezione civile locale”.