Home Cronaca Ex Kyklos, in Conferenza dei servizi si rivaluta l’autorizzazione

Ex Kyklos, in Conferenza dei servizi si rivaluta l’autorizzazione

177
0

C’è stata stamattina, presso la Regione Lazio, la prima Conferenza dei servizi per il riesame dell’Autorizzazione Integrata Ambientale della ex Kiklos – Acea.
Il 10 dicembre scorso, infatti, proprio la Regione aveva riaperto la procedura di riesame dell’autorizzazione dello stabilimento di compostaggio aerobico situata ad Aprilia, in via Ferriere, al confine con Nettuno, concedendo 30 giorni di tempo per presentare osservazioni. Anche il Comitato No Miasmi, in campo contro l’impianto di trattamento dei rifiuti di Acea (ex Kyklos) che da anni provoca enormi disagi ai cittadini che vivono nella periferia nord di Nettuno, ha presentato le proprie deduzioni.
Il Comitato No Miasmi intende, come sempre, seguire anche questo cruciale snodo della vicenda – si legge in una nota firmata poco fa dal Comitato – fermo nei suoi intenti, pronto ad altre civili ma ferme proteste e a riprendere il presidio. Occorre ricordare che l’impianto è sotto sequestro da parte dell’Autorità Giudiziaria da più di un anno (14 dicembre 2017), in seguito a diversi sopralluoghi dell’Arpa e del Noe richiesti dai cittadini con una serie di esposti – denunce e con un’energica ma civile protesta che ha portato ad un presidio permanente”.
“L’annosa questione riguarda sia i disturbi e l’inquinamento prodotti dall’attuale stabilimento di compostaggio, che l’avversità al raddoppio della produzione mediante l’installazione di una centrale per il recupero energetico (biogas): un impianto che – per le sue caratteristiche e la sua grandezza – comporta evidenti preoccupazioni in tema di salute pubblica