Home Cronaca Anzio Ospedale, dopo le coperte ora non bastano più le barelle. Caos al...

Ospedale, dopo le coperte ora non bastano più le barelle. Caos al pronto soccorso

2639
0

Non sembra affatto migliorata la situazione di piena emergenza che si è creata al Riuniti di Anzio e Nettuno; ogni giorno, anzi, sembra andar peggio. Poco prima di pranzo oltre 20 le barelle occupate da altrettanti malati in attesa di ricovero, tra i quali alcuni in sala rossa, senza contare tutti gli utenti che fuori il pronto soccorso erano in attesa di essere visitati. E nelle ore successive la situazione non è affatto migliorata. Un Dea al collasso, praticamente, che non riesce più a dare risposte al crescente numero di richieste che giornalmente arrivano al pronto soccorso.

Così dopo il caso della mancanza di coperte della settimana scorsa (leggi qui) poi rientrato, oggi in auge tornano i problemi dei reparti depotenziati, dei macchinari obsoleti, di un’intera palazzina vuota e inutilizzata da anni, di una farmacia ospedaliera trasferita ad Ariccia e, incredibilmente, della mancanza di barelle il che, almeno in parte, equivale a dire che mancano posti letto. Il nocciolo, infatti, sta sempre lì e nel numero incredibile di accessi che vengono registrati al Ps. Barelle, dicevamo. Non ce sono più né in pronto soccorso, né negli altri reparti; stamattina persino gli operatori sanitari della sala operatoria hanno avuto difficoltà considerando che hanno alternato le barelle in entrata e in uscita, rallentando così anche i trasferimenti dei pazienti. Un fatto inaccettabile, soprattutto perché la struttura sanitaria locale è uno dei più importanti presidi del Lazio.