Home Cronaca Anzio Anzio, emergenza Alberghiero: vertice negli uffici della Città Metropolitana

Anzio, emergenza Alberghiero: vertice negli uffici della Città Metropolitana

1433
0
SHARE

Domani mattina il dirigente dell’istituto alberghiero “Gavio Apicio” di Anzio sarà a Roma, negli uffici della Città Metropolitana, per sollecitare l’intervento che consenta di riparare in tempi rapidi la pompa del serbatoio della sede di via delle Bouganville a Lavinio mare che, proprio per le carenze dell’impianto antincendio, giovedì passato era stata dichiarata inagibile dai vigili del fuco di Anzio. Nonostante le numerose sollecitazioni, la dirigenza dell’alberghiero ancora non ha ricevuto la relazione dei vigili del fuoco che è propedeutica alla riparazione. Quindi la decisione, comunicata in assemblea agli studenti, di coinvolgere la Città Metropolitana – che ha ereditato le competenze della Provincia sulla manutenzione degli scolastici superiori – per una decisione che consenta la riapertura della sede di Lavinio mare frequentata da 500 studenti che da giovedì scorso non fanno lezione.

In attesa di riparare il guasto e ridare l’agibilità ala scuola, la direzione dell’Alberghiero ha deciso di anticipare lo stage di quattro settimane per gli alunni di 4° e 5° anno. “Resta il problema per gli alunni dei primi tre anni – spiegano dalla direzione del “Gavio Apicio” – ecco perché c’è la necessità di un incontro a Roma: serve una soluzione rapida che dia continuità didattica al plesso di Lavinio”. Tra l’altro, per la sede di Lavinio dal 2001 la Provincia di Roma prima e la Città Metropolitana oggi, pagano a un privato un canone di affitto mensile di 80 mila euro.