Home Redazionali Web Regione: trasparenza e competitività per lo sviluppo del Lazio

Regione: trasparenza e competitività per lo sviluppo del Lazio

842
0
SHARE

Massimiliano Valeriani, capogruppo regionale del PD: «Restituire fiducia a cittadini e imprese»

massimiliano-valeriani“Il Lazio è diventato un modello di sviluppo nazionale: con la recente approvazione del Collegato al Bilancio prosegue il processo di trasparenza, legalità, semplificazione e competitività della nostra Regione” dichiara Massimiliano Valeriani, capogruppo regionale del Partito Democratico.
Il provvedimento contiene misure importanti, che permetteranno di sostenere e consolidare la crescita del territorio regionale e migliorare la qualità della vita delle persone. In particolare, risparmi ed efficientamento con la riforma dei Consorzi di bonifica e degli Enti Parco, incentivi per il commercio, valorizzazione del patrimonio agricolo e maggiori risorse per l’assistenza sanitaria. Con questo articolato, inoltre, viene istituita la Giornata regionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie: saranno promosse iniziative di formazione e sensibilizzazione nel sistema scolastico e per gli operatori degli enti locali, delle organizzazioni di volontariato e delle associazioni che svolgono attività di carattere sociale nel Lazio. Il Consiglio ha introdotto anche il premio regionale “Legalità contro tutte le mafie”, che il presidente della Regione – su proposta dell’Osservatorio tecnico-scientifico per la sicurezza e la legalità – potrà conferire a personalità o istituzioni che si sono distinte nell’attività di contrasto alla criminalità organizzata.
Il pacchetto di disposizioni finalizzate allo sviluppo e alla competitività prevede lo stanziamento di 2 milioni di euro nel 2016 per valorizzare i locali e le botteghe storiche, attraverso iniziative di promozione e sostegno per l’accesso al credito, mentre in materia di organizzazione e semplificazione si procede alla soppressione dell’Agenzia per lo sviluppo delle amministrazioni pubbliche (Asap) e alla trasformazione delle Istituzioni pubbliche di beneficenza (Ipab) in Aziende pubbliche di assistenza alla persona (Asp).
Il Collegato interviene poi sulla compartecipazione comunale alla quota sociale per sostenere le Residenze sanitarie assistenziali e le attività riabilitative: ampliata la copertura della Regione, che sale dal 20% al 50%, con l’estensione della soglia di reddito Isee della persona assistita, che passa da 13.000 a 20.000 euro.
Per supportare il settore agricolo, inoltre, viene incentivata la multifunzionalità delle imprese attraverso la diversificazione delle attività e il turismo rurale, mentre sul fronte dei risparmi viene stabilito l’accorpamento dei Consorzi di bonifica, che dagli attuali dieci diventano quattro.
Riorganizzati anche gli Enti Parco regionali e nuove disposizioni per la tutela dei monumenti naturali e delle aree protette: avviata infine la promozione di un sistema di tariffazione puntuale dei rifiuti, che consentirà a ciascun utente di pagare esclusivamente in base alla quantità di rifiuti prodotti.
“Negli ultimi mesi sono stati approvati numerosi interventi – conclude Massimiliano Valeriani – che evidenziano la solidità e la coesione della maggioranza di centrosinistra, impegnata concretamente a portare a termine il programma di governo per ridare dignità all’istituzione regionale e restituire fiducia a cittadini e imprese”.