Home Cronaca Nettuno Corruzione, arrestato l’ex senatore Kappler

Corruzione, arrestato l’ex senatore Kappler

6177
0

C’è anche Domenico Kappler, consigliere comunale durante l’amministrazione Marzoli, ex candidato a sindaco di Nettuno nel 1995, presidente della municipalizzata Risorse per Roma, tra le 10 persone sottoposte a fermo dalla DDA di Reggio Calabria. Al centro dell’inchiesta l’appalto da 250 milioni di euro per la depurazione delle acque reggine.

Secondo le indagini condotte dei Carabinieri del Reparto operativo di Reggio Calabria, il cinquantaseienne “avrebbe avuto una significativa capacità di influenza con la società Acea di Roma, palesando evidenti interessi nella gestione operativa di due società Idrorhegion e Acquereggine” che ha gestito per molti anni, per conto del Comune di Reggio, il sistema di depurazione delle acque. Per ottenere il suo scopo, secondo l’accusa, Kappler avrebbe corrotto il funzionario del Comune reggino Marcello Cammera, che all’epoca delle indagini era il dirigente del settore Servizi tecnici ed attuale dirigente del settore Cultura, turismo, istruzione e sport, al quale avrebbe conferito, attraverso Risorse per Roma spa un incarico professionale.

Oltre all’ex senatore e a due manager della holding spagnola Accion Agua, Luigi Patimo, e il capo del noto studio di progettazione Progin, Sergio Lucianetti, sono finiti in manette altri sette fra dirigenti comunali, professionisti e imprenditori di Reggio Calabria, accusati a vario titolo di concorso esterno in associazione mafiosa, turbata libertà degli incanti, truffa aggravata, corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio, induzione indebita a dare o promettere utilità, intestazione fittizia di beni, estorsione aggravata dal metodo mafioso. L’approfondimento su il Granchio in edicola il 15 luglio

 

5