Home Cronaca Nettuno Nettuno, sequestro preventivo per 12 milioni di euro all’imprenditore Fernando Mancini

Nettuno, sequestro preventivo per 12 milioni di euro all’imprenditore Fernando Mancini

8777
0

Emergono nuovi particolari nel dopo operazione, disposta dalla procura della Repubblica di Velletri, condotta ieri a Nettuno dalla compagnia della Guardia di Finanza: sequestrati all’imprenditore Fernando Mancini quote di numerose società a lui riconducibili, la licenza di concessione demaniale dello stabilimento balneare Belvedere sulla riviera di Ponente, e ancora locali e attività commerciali, un centro vendita situato in via dei Frati, terreni nella zona delle periferia di Nettuno e numerosi immobili, tra i quali il complesso residenziale di via Capo Carbonara nella zona di Cretarossa. Il Presidente della sezione Misure preventive della procura ha ritenuto che il patrimonio a lui riconducibile risulti non proporzionato allo stile di vita dell’imprenditore. Nel complesso il valore dei beni sequestrati ammonta a circa 12 milioni di euro e rappresenta una delle misure preventive più consistenti condotte sul territorio a sud di Roma. L’indagine che sta proseguendo anche in queste ore, segue quella denominata Domus Aurea portata a termine sempre dal Comando delle fiamme gialle di Nettuno, nella quale finì – insieme ad altri 11 indagati per truffa e bancarotta fraudolenta – anche il noto imprenditore locale al quale furono sequestrati la lussuosa villa di oltre 400 metri, l’autovettura sportiva e diversi conti correnti bancari. Contestualmente Mancini fu ristretto agli arresti domiciliari, confermati ad aprile dalla Corte di Cassazione, dove si trova tuttora.