Home Politica Il Coordinamento Democrazia Costituzionale in piazza per dire “no” al referendum

Il Coordinamento Democrazia Costituzionale in piazza per dire “no” al referendum

1321
0

Il Coordinamento Democrazia Costituzionale di Anzio-Nettuno sarà anche questa settimana in piazza per raccogliere le firme per il referendum sull’Italicum. A Nettuno, sul tratto di lungomare davanti al Comune, sabato dalle 16.00 alle 19.00. Ad Anzio, in Piazza Pia e in Piazza Lavinia, domenica mattina dalle 10.00 alle 13.00. “Siamo convinti che se si vogliono apportare delle modifiche alla Costituzione, la strada da percorrere non sia quella portata avanti dal governo Renzi con la riforma costituzionale” – dichiarano i membri del coordinamento – “Sono diversi gli elementi che non convincono della riforma. Uno dei problemi principali è quello legato alla nuova struttura del Senato. Il Senato non viene eliminato, i senatori non vengono eletti direttamente dai cittadini e dovranno coniugare il loro impegno di senatori con le altre cariche istituzionali per le quali sono stati eletti in precedenza (sindaci, consiglieri, etc.). La possibilità che le dinamiche clientelari vengano favorite è alta”. Il Coordinamento si sta impegnando anche nella raccolta firme per i due quesiti referendari relativi all’Italicum, che propongono l’abolizione del voto bloccato ai capilista e le candidature plurime e l’abolizione del premio di maggioranza e il ballottaggio senza soglia. Per quanti interessati ad impegnarsi all’interno del Coordinamento, è possibile contattare il referente locale Andrea Parente al numero 3471159093 o via email all’indirizzo cdc.anzionettuno@gmail.com