Home Eventi Il 28 maggio appuntamento con “4 mani in cucina”

Il 28 maggio appuntamento con “4 mani in cucina”

1518
0

Al via il 28 maggio la quinta edizione del contest culinario “4 mani in cucina”, con la collaborazione dell’istituto alberghiero “Marco Gavio Apicio” di Anzio.

Questa iniziativa nasce cinque anni fa da un’idea di Maria Teresa Barone, appassionata di cucina. Accolta con grande entusiasmo da Antonio Stigliano, docente dell’istituto alberghiero e da tutti i professori e collaboratori della scuola è giunta alla sua quinta edizione. Dodici le coppie in gara, ciascuna formata da un alunno e un suo famigliare, che si metteranno alla prova cucinando un piatto a loro scelta tra antipasti, primi, secondi o dolci. Questo progetto è nato dall’aggregazione delle famiglie degli studenti con la scuola stessa. Il settimanale “Il Granchio” sarà partner ufficiale dell’iniziativa, patrocinata dall’assessorato alla pubblica istruzione. Nella giuria presente, infatti, l’assessore Laura Nolfi insieme con Jessica Tomei, collaboratrice comunale, lo chef Cristina Casali, il preside Maurizio Cesari e Lorena Migliaccio, ex consigliere del comune di Nettuno. I premi in palio saranno oggetti di artigianato realizzati da Stefania Marrani. A tutti i partecipanti, famigliari degli studenti, verrà regalata una rivista di cucina e alla scuola sarà donato un buono per l’acquisto di una divisa da chef per le attività scolastiche. Tra gli sponsor dell’iniziativa Agrimar, la casa vinicola “Divina Provvidenza” e Cubacafè, che offrirà caffè e un corso di caffetteria avanzato all’alunno più meritevole nella realizzazione dei dolci al caffè. Saranno offerti agli alunni dei gadget donati dal negozio di abbigliamento Saxon. L’iniziativa è dedicata alla mamma dell’organizzatrice Maria Antonietta Cappucci e da quest’anno ci sarà una novità: il premio “Maria Antonietta Cappucci” donato all’alunno più meritevole, selezionato tra tutti dal professor Stigliano. “Ringrazio vivamente tutta la scuola, i partner e gli sponsor”, dichiara Maria Teresa Barone.