Home Cronaca Nettuno Investimento a Nettuno, trovato il pirata della strada

Investimento a Nettuno, trovato il pirata della strada

3607
0

Ha un volto e un nome l’uomo che la sera del 29 marzo ha investito una ragazza ventenne lungo via Beato Padre Pio, nel quartiere Cretarossa a Nettuno. Secondo le indagini condotte a tutto campo dagli agenti della squadra volante del Commissariato di Anzio in collaborazione con la stradale di Albano, a travolgere la ragazza, di nazionalità bulgara, è stato un trentenne di Nettuno, denunciato per omissione di soccorso e lesioni personali.

L’uomo, che non avrebbe smentito l’accaduto, è stato rintracciato grazie all’auto, una Golf grigia di sua proprietà rivenduta pochi giorni fa, che ha falciato la giovane; subito dopo il fatto, infatti, la Polizia ha iniziato a tenere sotto controllo sia gli esercizi di rivendita pezzi di auto, sia le carrozzerie. Gli agenti della polstrada di Albano, difatti, subito dopo l’investimento erano riusciti a raccogliere alcuni frammenti di auto e su quelli si è puntato per risalire all’identità del pirata della strada. In un capannone adibito a carrozzeria, situato nella zona di Tre Cancelli, stamattina è stata localizzata la Golf, alla quale era stato già sostituito il parabrezza e stava per essere montato uno degli specchietti persi durante l’urto. La stessa auto pochi giorni fa era stata venduta dall’uomo accusato di aver travolto la ventenne, al titolare della carrozzeria che, quindi, la stava riparando per sé. Dopo aver chiuso il cerchio, la Volkswagen è stata sequestrata mentre il trentenne denunciato per omissione di soccorso. “Quando è stato interrogato – riferisce l’ispettore Roberto Federici che coordina la squadra volante – ha riferito di essere fuggito per paura e per non dover raccontare quanto accaduto in famiglia, dove dice di avere una situazione particolare”.

La ragazza investita, che la sera dell’incidente stava facendo una passeggiata con il fidanzato, si trova tuttora ricoverata nel reparto di ortopedia dell’ospedale Riuniti di Anzio dove è stata trasferita subito dopo essere stata travolta e sbalzata di alcuni metri di distanza dalla Golf. Dopo l’impatto, il titolare dell’auto ha proseguito la sua corsa verso via dei Frati, facendo perdere le sue tracce. Troppo buio per prendere la targa, ma la Polizia aveva comunque avviato le indagini, grazie anche alla testimonianza del fidanzato della malcapitata. Indagini che stamattina hanno dato i loro buoni frutti.