Home In evidenza Porto, aut aut della Regione: subito il rilascio delle aree occupate sine...

Porto, aut aut della Regione: subito il rilascio delle aree occupate sine titulo

1986
0

L’Area Porti della Regione interessa l’area Economia del mare e chiede un intervento immediato per favorire lo sgombero delle attività dalle zone demaniali in concessione alla Capo d’Anzio. Si fa strada lo spauracchio del potere sostitutivo della Pisana. Mercoledì il nuovo CdA per l’ufficializzazione del nome del Presidente

Non è ancora terminato il dibattito, violentissimo, sulle due centrali biogas di Sacida che ecco piovere dritta dritta un’altra grossa tegola sulle teste degli amministratori comunali di Anzio. Relativa all’altra vicenda che, al pari degli impianti a biomassa, sta contribuendo a destabilizzare il già infuocato clima politico, il porto. Così mentre si ha notizia del rigetto della sospensiva da parte del Consiglio di Stato sul ricorso del Circolo velico, a Villa Sarsina si sta cercando di fare il punto della situazione dopo che si è avuta notizia della nuova nota, firmata dalla Direzione per lo sviluppo economico e le attività produttive economia del mare, con la quale la Regione Lazio chiede all’ufficio demanio del Comune aggiornamenti sull’attività posta in essere dall’Amministrazione per sollecitare il rilascio delle aree in concessione alla Capo d’Anzio. La nota segue l’altra inviata il 14 gennaio con la quale si chiedeva di provvedere agli adempimenti di propria competenza, in merito alle concessioni demaniali marittime antecedentemente insistenti bell’area ora in concessione alla società incaricata di realizzare il nuovo porto.

Il 9 febbraio l’Area porti della Pisana, constatata l’assenza di interventi da parte dell’Amministrazione anziate, ha così provveduto ad allertare l’area Economia del mare per conoscenza e per un “intervento, eventualmente con potere sostitutivo” per agevolare il rilascio delle aree. In buona sostanza il rischio è di una sorta di commissariamento, almeno con riguardo al potere sostitutivo che la Regione potrebbe decidere di adottare, se quanto prima il Comune non adotterà opportuni provvedimenti. Intanto sembra confermato che il nuovo Consiglio di Amministrazione, durante il quale verrà ufficializzato il nome del nuovo Presidente della Capo d’Anzio che andrà a sostituire il dimissionario Luigi D’Arpino, si svolgerà mercoledì 9 alle 11 a Villa Sarsina. Sembra confermato il nome dell’avvocato Alessio Ciro Mauro alla guida della s.p.a.