Home Cultura Scoperta dagli studenti la targa sul bunker. E sui cieli di Anzio...

Scoperta dagli studenti la targa sul bunker. E sui cieli di Anzio volano le colombe della pace

2387
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Una bella mattinata di sole e mare calmo hanno accompagnato, stamattina, la cerimonia di recupero storico del bunker di osservazione situato sulla spiaggia di Lido Marechiaro, ad Anzio, utilizzato durante l’operazione Shingle. All’inaugurazione e alla scopertura della targa intitolata al 72° anniversario dello Sbarco alleato, hanno preso parte il vicesindaco Giorgio Zucchini, Laura Nolfi, assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, il presidente del Museo dello sbarco, Patrizio Colantuono, il consigliere comunale Marco Maranesi, la segretaria del Sindaco e una rappresentanza delle scolaresche di Anzio, tra le quali una terza di viale Severiano, una quinta di Villa Claudia e due classi della media Giovanni Falcone, tutte appartenenti all’istituto comprensivo Anzio IV.

preparalapace1

Accompagnati dalle note Angelita di Anzio, sono stati proprio gli alunni a scoprire la targa in marmo apposta sul manufatto utilizzato durante lo Sbarco e a far volare le colombe, segno di pace e purezza come è stato ricordato dalla Nolfi; dopo l’intervento di Colantuono che ha sottolineato come il bunker sia una delle ultime testimonianze rimaste dello sbarco che e che proprio sul tratto di spiaggia di Anzio fu combattuta una delle battaglie più cruenti e lunghe – cinque mesi – della seconda guerra mondiale, è stata la delegata alla PI a rivolgersi direttamente agli studenti: “Siete voi il nostro futuro. Ed è proprio a voi che insieme alle insegnanti, dobbiamo far capire cosa è accaduto, ricordare quei fatti e fare in modo che non accadono mai più”. Infine è stato il vicesindaco a ricordare che le celebrazioni del 72° anniversario dello Sbarco di Anzio, sono dedicate oltre che alla pace anche a Valeria Solesin, la ricercatrice italiana che ha perso la vita insieme a tanti altri giovani al Bataclan, durante gli attentati di Parigi. E’ stata proprio la famiglia di Valeria giorni fa e far recapitare una lettera al sindaco per ringraziare la città di Anzio per la vicinanza.

prepara3