Home In evidenza Capo d’Anzio, solidarietà del Sindaco a D’Arpino: “Si va avanti con l’iter”

Capo d’Anzio, solidarietà del Sindaco a D’Arpino: “Si va avanti con l’iter”

1623
0
CONDIVIDI

Dopo la frenesia di ieri che ha visto prima le minacce da parte di un ormeggiatore poi le dimissioni motivate dalla paura per sé stesso e la sua famiglia di Luigi D’Arpino, presidente della Capo d’Anzio, era facile intuire che le reazioni politiche sarebbero arrivate già nelle prime ore di oggi. La prima, forse la più attesa, è proprio quella del primo cittadino, tirato in ballo in apertura di intervento alla conferenza stampa di ieri proprio da D’Arpino. “Dopo i fatti di ieri – ha dichiarato Luciano Bruschinivoglio esprimere la mia solidarietà al Presidente Luigi D’Arpino, per le pressioni subite nell’esercizio delle sue funzioni. Se si ripeteranno episodi di questa natura sarà il sottoscritto a recarsi presso le autorità competenti per denunciare l’accaduto”. Interviene pure sulla conferenza stampa di ieri, durante la quale lo ricordiamo il Presidente della spa incaricata di realizzare il nuovo porto di Anzio, si lasciò scappare di essersi “sentito abbandonato dall’Amministrazione comunale e dal Sindaco”.

Il riferimento era all’apertura verso gli ormeggiatori. “Non ho mai  abbandonato D’Arpino e mi sono sempre adoperato per ricercare soluzioni pacifiche e condivise, spesso non trovando la collaborazione degli operatori portuali.  Ho piena fiducia nell’operato del CDA della Capo d’Anzio – conclude facendo un “dietrofront” Bruschini – che ha sempre attuato le mie disposizioni. Auspico che, entro il 20 gennaio, il Presidente D’Arpino torni sulla sua decisione. L’interesse di pochi non può prevalere sull’interesse generale della nostra città e sull’iter che ci deve portare ad avviare, al più presto, i lavori per la realizzazione del Porto di Anzio”.

Solidarietà a  D’Arpino è stata espressa, subito dopo, anche da Patrizio Placidi, assessore all’Ambiente che si definisce “addolorato” per quanto accaduto al Presidente della Capo d’Anzio e anzi si dice “certo” che dopo la nota del primo cittadino “che condivido, il Presidente D’Arpino torni al suo posto e presieda il CDA previsto per il 20 gennaio che ci deve portare velocemente a realizzare il nuovo Porto di Anzio”. E due. C’è da scommettere anche in giornata arriveranno altri attestati di stima e solidarietà.

L’unico per ora ad andare in direzione opposta è quello di Marco Maranesi, Liberi di cambiare che prosegue sulla strada tracciata e esce allo scoperto con riguardo alla sua posizione in seno all’assise consiliare: “Ringrazio il Presidente della Capo d’Anzio per essersi finalmente dimesso: l’unico atto positivo in sette anni di mandato. Marconi cominci a preparare le valige… non permetteremo che un estraneo al nostro territorio, con le note complicità locali, tragga benefici sulle spalle dei cittadini di Anzio”. In chiusura, il consigliere esprime “piena sintonia con il Sindaco Bruschini per andare avanti spediti, si circondi di professionisti qualificati”. Poche ore fa, però, il Sindaco ha confermato la sua fiducia a D’Arpino. Forse c’è qualcosa che non torna.