Home Cronaca Il Crazy Flay di Nettuno ricorda con affetto l’attore Philippe Leroy

Il Crazy Flay di Nettuno ricorda con affetto l’attore Philippe Leroy

29
0

Ad aprile Philippe Leroy, l’amato attore francese, molto noto in Italia, scomparso nelle ultime ore, aveva telefonato alla scuola di paracadutismo Crazy Fly di Nettuno chiedendo alla direttrice, Arianna Di Magno, di poter festeggiare il sui 94 anni con un lancio sui cieli di Nettuno nel prossimo mese di ottobre. È la stessa Arianna sulla propria pagina Facebook a riportare questo particolare e a ricordare, con sincera commozione, l’attore francese che 20 anni fa aveva iniziato a fare paracadutismo proprio qui a Nettuno grazie all’amicizia con Chicco Di Magno. E da allora, molto spesso, era a Nettuno per provare l’ebrezza del lancio.

Ecco il ricordo che fa Arianna di Philip Leroy.
Scrivo tanto sulle mie pagine, ma mai messaggi di saluti e RIP perchè sono sempre un po’ a disagio, non saprei neanche spiegarne il motivo.
Ma stavolta, sento la necessita di farlo. In drop abbiamo un angolo con tutte le tue foto, una scultura in legno che avevi voluto su una parete e ricorderanno quella settimana di lavori artistici in hangar. Ecco Ci sei stato quando mio papà è mancato, quando è nata mia figlia, primo posto a destra in hangar era il tuo; su quella panca ci siamo raccontati spesso, ti sei lasciato andare a confidenze ed aneddoti che porterò per sempre con me. A Nettuno ti hanno amato tutti, eri la Guest Star che atterrava a Capodanno in spiaggia e poi faceva il bagno in mare con i nettunesi. Il 15 Ottobre non era solo il tuo compleanno, era la festa del Crazy Fly. Alla torta pensavo io e tu alla bandierine, alle t-shirt, al lancio da fare ed ed allo spettacolo da mangiafuoco…guai a chi ti contraddiva!
Siamo stati il set di Don Matteo per una lunga settimana, passerà allo storia la ricerca del tuo giubbotto da pilota che Daniele Prosperi racconta mille volte, e mille volte io rido con le lacrime.
Poi piano piano, il tempo e le sofferenze hanno messo a terra te e quella VOLVO che aveva superato 300.000 km e tanti ostacoli.
Il 10 aprile mi scrivi che vorresti fare un tandem ed un’altra grande festa per i tuoi 94 anni, ero pronta. Purtroppo non faremo il tandem, ma mercoledi sarà festa grande quando verremo a salutare Yanez di Sandokan, il Vescovo di Don Matteo, il paracadutista, l’artista, lo scrittore, l’attore, l’uomo tenace, patriottico, combattivo, coraggioso ed innamoratissimo di Silvia, dei suoi figli e del paracadutismo.
Hai vissuto mille vite, e sei stato amato in tutte.
Ciao Philippe, sono certa che mio papà ti sta già aspettando per abbracciarti come in questa foto.
Al Crazy Fly nessuno ti dimenticherà mai”.

Vietato nascere al “Riuniti” – Clicca e sfoglia GRATIS il settimanale online il Granchio