Home Cultura Incontro con l’autrice Marianna Bellobono grazie a Lavinia Litora

Incontro con l’autrice Marianna Bellobono grazie a Lavinia Litora

25
0

Sabato 2 marzo si è tenuto il quarto incontro della prima edizione di Propheta in patria, una serie di presentazioni di libri organizzata dall’associazione culturale Lavinia Litora. È stata la volta della scrittrice Marianna Bellobono, conosciuta già tra gli editori per pubblicazioni in antologie. In questa occasione ha presentato il suo libro La magia del cambio dell’ora, una raccolta di racconti brevi e di versi che trattano dei problemi che i professori della scuola media devono affrontare con i propri alunni.

Si narrano le vicissitudini degli studenti in difficoltà sia per problemi comportamentali che per inserimento dovuto alla provenienza da terre lontane con il conseguente problema dell’apprendimento della lingua italiana.

I giovani protagonisti vivono situazioni che si definirebbero particolari, ma che i docenti si trovano ad affrontare ogni giorno.

La lettura di alcuni racconti è stata alternata ad un emozionante e sentito dialogo tra la scrittrice e la moderatrice dell’evento, la professoressa Laura Casella, con la quale Marianna Bellobono condivide il percorso scolastico presso l’Istituto Comprensivo Anzio V di Lavinio Stazione.

Il pubblico ha seguito con interesse e partecipazione anche il dibattito finale, ponendo domande più specifiche riguardanti lo stile della scrittrice che, pur semplice nella comprensione, risulta molto meditato e ricercato, specie nella scelta degli aggettivi che servono a meglio comprendere lo stato d’animo di chi scrive.

Tra una lettura e l’altra, assegnata alla meravigliosa interpretazione del lettore (ed ex insegnante ndr) Dario Sandro Vaggi, c’è stato un intermezzo musicale di chitarra classica affidato a Luca Maoli Thinh, studente del quarto anno del liceo musicale Chris Cappell College di Anzio e preparato dal Maestro Antonio D’Augello.

Luca ha lasciato basiti tutti i presenti per il suo virtuosismo e in seguito c’è stata la conferma della sua bravura, quando il suo insegnante ha parlato delle numerose vittorie nei concorsi musicali di chitarra classica relativi alla sua categoria.

Ha suonato brani di J. Turina, Fandanguillo, di F. Tarrega, Capriccio arabo e di I. Albeniz, Asturias. La serata si è conclusa con l’incontro dell’autrice con le persone del pubblico che, entusiaste e coinvolte, hanno chiesto una dedica sul libro presentato.

Prossimo incontro sarà il 23 marzo alle 17 con Luigi Salustri, già noto nel territorio per i suoi versi in romanesco, versi a volte satirici altre toccanti.

L’autore presenterà anche un racconto in lingua italiana, La borsa del postino, che richiama alla memoria le situazioni e i luoghi di Anzio degli anni 60-70 e in cui troviamo personaggi che, anche sotto altro nome, chi tra di noi ha una certa età ha incontrato o conosciuto.

Vi invitiamo a partecipare (ingresso libero).

Associazione culturale Lavinia Litora, via Volturno 2/B, Villa Claudia, Anzio.