Home Lifestyle Serie A e l’Inter in fuga, chi può riprenderla?

Serie A e l’Inter in fuga, chi può riprenderla?

30
0

Il recente exploit dell’Inter nel campionato di Serie A ha messo seriamente in discussione le speranze di Juventus e Milan di contendere lo scudetto ai nerazzurri. La vittoria per 4-0 contro l’Atalanta ha ampliato un divario già consistente, portando la squadra di Simone Inzaghi a un significativo vantaggio di +12 punti sulla Juventus e addirittura di +16 sul Milan, principali rivali dei nerazzurri.

In virtù di questo impressionante allungo, quote vincenti campionato di Serie A sono nettamente a favore di Lautaro e compagni, con un 1.01 che praticamente assegna lo scudetto in modo quasi certo. È come definire un evento possibile al 99%, e le valutazioni di Juventus (quota 34.00) e Milan (quota 86.00) riflettono questa prospettiva: tutto è ancora possibile, ma molto improbabile!

I numeri confermano il netto predominio della squadra vice campione d’Europa, con Inzaghi che continua a collezionare record su record. L’Inter detiene il miglior attacco (67 gol segnati) e la miglior difesa (12 gol subiti), con un’impressionante differenza reti di +55. Inoltre, la squadra ha il maggior numero di vittorie (22), il miglior rendimento in trasferta, mentre in casa c’è solo un punto di differenza rispetto al Bologna (35 punti contro 34!).

Il 2024 si sta rivelando un anno perfetto per la beneamata dal punto di vista sportivo: ha vinto tutte e 11 le partite disputate fino ad ora, aggiudicandosi anche la Supercoppa Italiana e superando il primo turno degli Ottavi di Champions League contro l’Atletico Madrid, con il ritorno in programma per mercoledì 13 marzo in Spagna.

Juventus e Milan, quindi, sembrano avere poche possibilità di ridurre il distacco dalla squadra attualmente in testa alla classifica, non solo a causa del formidabile passo dell’Inter, ma anche per le incertezze dimostrate dalle squadre di Allegri e Pioli, spesso irregolari. In particolare, è sorprendente l’annata negativa della Vecchia Signora, dalla quale ci si attendeva sicuramente di più, considerando anche l’assenza dalle Coppe Europee.