Home Lifestyle Centri di medicina estetica a Roma: quali sono i migliori?

Centri di medicina estetica a Roma: quali sono i migliori?

88
0

Da alcuni anni sempre più italiani scelgono di ricorrere a trattamenti di medicina estetica, procedure per nulla o poco invasive che permettono di correggere inestetismi o imperfezioni del viso o del corpo. Dietro questa tendenza c’è sicuramente una sempre crescente attenzione per il proprio corpo, anche dal punto di vista estetico.

Se in alcuni casi, per la correzione di determinati inestetismi è necessario ricorrere a interventi di chirurgia estetica, in molti altri è possibile optar per procedure che non richiedono l’utilizzo del bisturi.

Del resto i trattamenti a disposizione sono davvero moltissimi a partire dalle terapie infiltrative con il botox (tossina botulinica) o con l’acido ialuronico, fino ad arrivare all’Accent Prime, un’avanzata tecnologia di Alma Laser utilizzata per il rassodamento della pelle e per trattare le lassità cutanee.

Medicina estetica: i migliori centri di Roma

Nata negli anni Settanta del secolo scorso, la medicina estetica si è progressivamente ritagliata un ruolo di primo piano nell’ambito della medicina. Dai primi trattamenti, quasi “pionieristici”, si è passati, grazie anche all’evoluzione tecnologica e alle varie scoperte in ambito medico, a trattamenti particolarmente efficaci e poco o per niente invasivi, con tempi di recupero particolarmente veloci e risultati visibili nell’arco di brevissimo tempo.

La sempre maggiore richiesta di trattamenti ha fatto sì che con il passare del tempo sia aumentato notevolmente il numero di centri specializzati in tale disciplina.

Per quanto riguarda coloro che vivono a Roma e provincia sono diverse le possibilità fra cui scegliere; in particolare ricordiamo questo centro di medicina estetica a Roma, ubicato in via Collatina, zona Roma Est. Altre opportunità per i cittadini romani e gli altri abitanti della regione Lazio sono le cliniche ubicate nei pressi della zona Eur (Euroma2) e a Porta di Roma.

Tutte le strutture citate, nessuna esclusa, si avvalgono di tecnologie all’avanguardia e vengono utilizzati protesi e prodotti di ultima generazione. Per inciso, in questi centri si effettuano anche interventi di chirurgia estetica, non solo trattamenti medici.

Medicina estetica: quali sono i principali trattamenti

Si distinguono trattamenti medici per il viso e trattamenti medici per le altre zone del corpo. Alcuni di questi interventi possono rappresentare una valida alternativa agli interventi chirurgici. Ovviamente non tutti; infatti mentre esistono per esempio una blefaroplastica chirurgica e una blefaroplastica non chirurgica, lo stesso non può dirsi della mastoplastica riduttiva o di altri interventi, come del resto esistono trattamenti medici per i quali non esiste un’alternativa con il bisturi.

Per quanto riguarda i trattamenti estetici per il corpo si ricordano fra gli altri la carbossiterapia (somministrazione di anidride carbonica per fini estetici), procedura che contrasta l’invecchiamento cutaneo, riduce le rughe superficiali, tratta smagliature, adiposità localizzate e cellulite, migliora la vascolarizzazione ecc.

Altro intervento per il corpo è la criolipolisi, procedura non invasiva effettuata con un apposito macchinario che serve a eliminare in modo selettivo e molto preciso il tessuto adiposo.

Altro trattamento interessante è la scleroterapia, che consiste nella somministrazione di una soluzione sclerosante all’interno dei vasi sanguigni. Vi si può ricorrere per trattare varici, malattia emorroidaria, teleangectasie, angiomi cutanei ecc.

Per quanto concerne il viso, possiamo citare il microneedling al viso, procedura che stimola la riparazione naturale della pelle. Può servire, a seconda del numero di sedute, a conferire maggiore luminosità al viso, prevenire la formazione di rughe, correggere macchie e cicatrici provocate dall’acne ecc.

Altro trattamento è il peeling chimico del viso; si basa sull’utilizzo di agenti esfolianti che vengono applicati sulla cute per un determinato periodo di tempo. La procedura determina un “danno” cutaneo selettivo che porta a un migliore aspetto del volto e rimuove gli strati superficiali cutanei ormai invecchiati. Il viso acquista maggiore tonicità ed elasticità.