Home Cronaca Il furto dei compattatori, Roberto Alicandri: “tenere alta la guardia”

Il furto dei compattatori, Roberto Alicandri: “tenere alta la guardia”

137
0

Resta ancora un mistero il furto dei tre autocompattatori della società AET che cura il servizio raccolta rifiuti sul territorio del Comune di Anzio. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori anche quella che i mezzi possano essere utilizzati per azioni terroristiche. E proprio su questa inquietante ipotesi che interviene l’ex consigliere comunale del Pd di Nettuno Roberto Alicandri che chiede ai comuni grande attenzione in questo momento molto delicato.

“Il furto degli autocompattatori ad Anzio – scrive Alicandri – pone preoccupanti dubbi sui motivi di questa azione. In un momento come questo dove venti di guerra spirano su tutta la Terra, la paura che si tratti di un furto legato al terrorismo appare tutt’altro che improbabile. Preoccupazione che mi porta a chiedere alle amministrazioni commissariali delle nostre città di mettere in sicurezza gli accessi alle strade pedonali dove durante il fine settimana, e non solo, si concentrano i nostri ragazzi e in quelle dove vengono svolti i mercati settimanali. Abbiamo tutti purtroppo ancora negli occhi quanto accaduto a Nizza o nei mercatini di Natale – continua l’ex consigliere – per sottovalutare un rischio del genere anche qualora fosse oggettivamente marginale. C’è da auspicare quindi che vengano poste delle pesanti fioriere o dei dissuasori a scomparsa negli accessi delle vie pedonali e ciclopedonali, partendo da quelle particolarmente frequentate dalla movida e dagli acquirenti dei mercati”.