Home Cronaca Anzio: La Cisl Fp condanna il post della ex consigliera Lina Giannino

Anzio: La Cisl Fp condanna il post della ex consigliera Lina Giannino

127
0

La Cisl Fp Roma Capitale e Rieti apprende con stupore le considerazioni sull’operato della Polizia Locale espresse dalla ex consigliera comunale di Anzio, ed ex candidata alla Camera dei Deputati, Lina Giannino in un post tutt’ora presente sulla propria pagina facebook.“Il troppo caldo di queste settimane – afferma Antonio D’Agostino, coordinatore della Polizia Locale per i comuni della provincia di Roma per la CISL Fp – evidentemente non ha aiutato la ex consigliera comunale a evitare non solo di scrivere quel post, ma prima ancora ad andare a fare una figuraccia presso il front office del Comando. Con evidente disprezzo per il lavoro altrui, e la totale mancanza di rispetto (cosa per noi ancor più grave), la sig.ra Giannino si sarebbe infatti recata presso il Comando a protestare (come testimoniato anche da altri post di cittadini presenti in quel momento) per il mancato rilascio di un permesso per il parcheggio, non curante del fatto che sembrerebbe lei stessa già titolare di altro permesso, e che il regolamento comunale di Anzio non preveda il rilascio di più di un permesso.
Non sappiamo neanche come commentare la gravità del fatto che una persona che in passato ha rappresentato le istituzioni locali, perfino candidandosi ad ottenere uno scranno al Parlamento italiano, possa disprezzare in tal modo chi, come la Polizia Locale, è in strada ogni giorno, spesso al fianco delle altre forze di polizia, a cercare di far rispettare le normative, amministrative come penali. Lo sa, la sig.ra Giannino, quanti episodi di aggressione fisica hanno subito gli ufficiali ed agenti di Anzio negli ultimi anni? Lo conosce il loro impegno quotidiano, di giorno nelle strade, come di sera e di notte nella movida, tristemente famosa a livello nazionale ed internazionale per quanto accaduto nelle ultime due stagioni? Evidentemente no, forse perché lei è già troppo impegnata a fare campagna elettorale per le elezioni comunali, chissà mai quando ci fossero. Nell’esprimere la più totale distanza dai contenuti, dal linguaggio e dai toni utilizzati nel proprio post dalla esponente politica portodanzese, che peraltro non ha ritenuto opportuno ancora neanche di eliminare, esprimiamo ancora una volta la solidarietà al Comandante Antonio Arancio, agli ufficiali ed agli agenti tutti del Comando di Polizia Locale, continuando a stare al loro fianco per tutelare i loro diritti e per dare testimonianza al loro encomiabile lavoro”.